Gli agriturismi pronti alla riapertura.

Anche le strutture agrituristiche sono pronte alla riapertura e gli operatori hanno adottato le linee guida per adoperarsi all’operatività in modo uniforme su tutto il territorio nazionale in attesa delle linee guida regionali e dei protocolli Inail per la regolare accoglienza. Il documento adottato dalle aziende nella provincia di Verona fornisce consigli e indicazioni di carattere generale, sui collaboratori e fornitori, sugli spazi comuni e locali, sulle attività di accoglienza, culturali, ricreative, didattiche, di ristorazione e sugli agri campeggi.
Il presidente provinciale di Terranostra Stefano Chievegato ha dichiarato:
“Uno strumento che illustra in maniera sintetica le principali misure da adottare al momento della riapertura con la finalità, più in generale, di salvaguardare le esigenze di salute e di sicurezza rispettando le specificità della impresa agricola”.
Il testo non sostituisce quaderni o manuali previsti dalla legge come la corretta prassi operativa, rintracciabilità delle produzioni, igiene e vendita diretta ma è propedeutico all’attivazione per la preparazione degli operatori per affrontare la fase 2. Coldiretti Verona ricorda che il comparto agrituristico a causa dell’emergenza sanitaria ha sopportato perdite di circa 10 milioni di euro destinati ad aumentare con il prolungarsi della chiusura obbligata. Secondo i dati elaborati da Coldiretti nel trimestre caratterizzato dalla pandemia Covid-19 il turismo rurale ha perso nella provincia di Verona 90 giorni di vacanza rispetto all’anno scorso e all’incirca 35mila turisti.

L C

Fonti: https://primadituttoverona.it/economia/vademecum-per-agriturismi-sicuri-chiavegato-un-protocollo-propedeutico-alla-riapertura/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui