Nonostante restrizioni e lockdown lo “sporco” senza ritegno continua

Sebbene quello appena passato sia stato un anno frastagliato da restrizioni e lockdown, anche se con meno gente in giro, c’è stato comunque più spazio per il popolo dei letamai, che sporca senza ritegno il territorio comunale di Villafranca di Verona. Ultimo esempio di varie zone è stato all’Alpo.
«Non è un terreno comunale ma abbiamo comunque ripulito un’ampia area dai rifiuti nella zona del cimitero perché offriva uno spettacolo desolante – commenta il sindaco di Villafranca Roberto Dall’Oca insieme ad Andrea Pozzerle, consigliere di Alpo -. Non ho parole per definire il comportamento di questi animali che lasciano i rifiuti per strada. E’ inspiegabile la stupidità di pagare comunque il doppio del servizio e non usufruire della raccolta a casa. Spero che tutti coloro che hanno a cuore la nostra terra sappiano controllare e segnalare eventuali animali. Noi faremo la nostra parte con i controlli ma senza la collaborazione dei cittadini è difficile vincere questa guerra contro l’inciviltà e il menefreghismo».
A ripulire le zone dallo sporco si sono adoperati con diligenza gli operatori ambientali Amia che continuamente perlustrano la cittadina villafranchese per mantenere l’ordine e il decoro.

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7809

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui