Ottimi risultati per “PuliAmo Villafranca” nella speranza di rispetto per il bene comune.

«L’adesione dei cittadini a queste iniziative dimostra quanta gente abbia a cuore il bene comune e sia pronta a combattere il degrado». A comunicare queste parole è il sindaco di Villafranca di Verona Roberto Dall’Oca a riguardo delle due giornate ecologiche PuliAmo Villafranca che hanno visto, sebbene imperversate dal maltempo, una partecipazione massiccia (circa 200 persone) all’iniziativa voluta dal Comune che ha inaugurato l’anno di attività dell’ufficio Ecologia. Domenica, nonostante la pioggia, il gruppo Wwf e gli Scouts sono in ogni caso scesi in campo per ripulire le aree lungo il Castello e zona Tione. Sabato è stato un vero spettacolo vedere così tanti volontari all’opera, nel capoluogo e nelle adiacenti frazioni con grande fermento in particolare a Dossobuono, con famiglie, bambini e tanta buona volontà. Hanno aderito Legambiente Il Riccio, ASD Polisportiva Alpo, ASVA Il Trifoglio, Circolo Noi Caluri, Sukyo Mahikari Italia, Scout Agesci, Fratelli d’Italia, WWF Italia, Centro Rizza, ASD polisportiva Quaderni, ASD Villafranca Volley, Gruppo Alpini Quaderni, Circolo Il Sole APS , Gruppo Alpini Pizzoletta.
«Abbiamo incontrato Amia e Serit per richiedere un incremento della pulizia dei marciapiedi anche con operatore a piedi e soffiatore, lavaggio dei marciapiedi, aumento dei giri per lo svuotamento dei cestini visto che l’asporto sta portando un aumento dei rifiuti, sia nei cestini che nelle zone sparse – ricorda il sindaco di Villafranca -. Tutti interventi che aiutano ma non risolvono. Senza la collaborazione di tutti è difficile venirne a capo e quanto fatto vedere in questi fine settimana conta molto più di tante parole».
Tra carte, sacchetti, copertoni, bottiglie, batterie d’auto, ferraglia e contenitori di plastica, anche il debutto del tipico rifiuto abbandonato Covid: la mascherina. Pulizia ma oltretutto anche un’opera di vigilanza sul territorio. Infatti dai rifiuti sono emerse anche indicazioni sui vari letamai che imperversano sul paese. «Abbiamo trovato riferimenti tali da far scattare provvedimenti contro chi si è comportato in questa maniera» commenta l’assessore all’Ecologia Riccardo Maraia che dà anche un’altra bella notizia: «Ripeteremo le giornate ecologiche anche in estate in autunno perché abbiamo sentito veramente tanta voglia di partecipazione e dobbiamo incentivare questi comportamenti virtuosi. Abbiamo coinvolto anche ragazzi e bambini autistici nel segno delle attività legate al progetto Villafranca Città Blu. Un impegno che va portato avanti tutti i giorni a difesa del nostro territorio. E col nuovo regolamento di videosorveglianza abbiamo uno strumento in più per colpire chi fa un danno a tutti e anche a se stesso».

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=8009

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui