All’asilo nido il Girotondo si è pronti per poter garantire una ripartenza adeguata

Essendo giunti al termine del centro estivo, è stato fatto un sopralluogo all’asilo nido Il Girotondo di Villafranca di Verona per fare il punto della situazione e poter garantire una ripartenza adeguata alle inadempienze dell’utenza secondo le linee guida nazionali. All’incontro hanno partecipato l’assessore del Comune di Villafranca Anna Lisa Tiberio, la coordinatrice Menica Rende, la consigliere Maria Rosa Ciresola e il Dirigente del Comune Walter Giacopuzzi.
«Al centro devono esserci sempre il bambino e le sue emozioni – dichiara l’assessore Anna Lisa Tiberio- . Parlando proprio alle famiglie ho percepito le loro ansie, i loro timori perché a questa età ogni momento è fondamentale nel processo formativo di crescita del bambino. A volte si sentono inesperti e hanno bisogno di consigli da parte degli educatori. Sono sicura che attraverso l’amore e l’ascolto delle emozioni questo mese vissuto al nido li abbia rassicurati».
Infatti venerdì 24 luglio si conclude il centro estivo per gli utenti già frequentanti, che ha coinvolto 28 bambini suddivisi in 6 gruppi: 2 gruppi nella sezione piccoli e 4 nella sezione grandi. Il personale educativo operante è composto da 7 educatrici a tempo indeterminato e 3 a tempo determinato con la funzione di supporto. E’ presente la coordinatrice con la funzione di ufficio, relazioni con le famiglie e supporto ai gruppi soprattutto nei momenti di accoglienza e ricongiungimento al fine di garantire la sicurezza anti-Covid ed evitare assembramenti.
Il personale cucina è formato da 2 cuochi con le rispettive funzioni di cucina e preparazione dei pasti e 2 cuochi con funzioni di ausiliari per la pulizia e igienizzazione degli spazi e/o eventuale supporto ai gruppi nel caso di bisogno.
Le mattinate sono trascorse seguendo le routine del nido garantendo continuità nei rispettivi momenti di ingresso, merenda, cambio, pranzo, attività, ricongiungimento.
Le educatrici si sono impegnate a fondo allo stravolgimento e al riadattamento del progetto educativo/didattivo per mantenere la qualità del servizio educativo, sempre nel rispetto delle linee guida dalla Regione Veneto. «Ripartiamo in sicurezza è il concetto sul quale si è basata tutta l’attività messa in atto – continua la coordinatrice Menica Rende a nome di tutto il personale educativo -.E’ stato importante mantenere la continuità educativa con le famiglie. Durante il periodo di chiusura il gruppo delle educatrici ha cercato di mantenere un contatto con bambini e famiglie con proposte di giochi, lettura di storie e semplici attività, attraverso il canale informatico (whatsapp, youtube), con l’obiettivo di una continuità nel rapporto con i bambini e promuovendo la continuazione della didattica impostata all’inizio dell’anno educativo, mentre, con le stesse famiglie si è continuato a tessere legami di comunicazione e collaborazione».
La consigliere Ciresola analizzando gli spazi anticipa infine gli interventi: «Vista la normativa vigente, alcune modifiche saranno indispensabili nel giardino della scuola che sarà suddiviso in spazi. Adesso abbiamo tracciato le linee e poi saranno delimitati con del verde grazie all’aiuto degli studenti dell’Istituto Stefani Bentegodi».

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7556

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui