Didattica a distanza e università del tempo libero al Don Allegri di Villafranca.

foto di repertorio

Durante questa emergenza Covid-19 la scuola secondaria di primo grado Don Allegri sta trascorrendo settimane impegnative in quanto si è resa disponibile per offrire alle famiglie computer portatili e si sta anche attrezzando con le misure di sicurezza per un futuro rientro. «Ci sono arrivate una decina di richieste – dichiara il preside Paolo Chiavico -. In questo modo siamo riusciti a dare la possibilità agli alunni che non disponessero di un computer di partecipare alle lezioni e di svolgere i compiti richiesti».
Sta proseguendo infatti ininterrottamente la didattica a distanza. Il preside e i docenti sono soddisfatti della risposta: «Utilizziamo la piattaforma Microsoft Teams e la partecipazione dei ragazzi è molto alta».
Ma la didattica a distanza è stata adottata anche per l’Università del Tempo Libero. I corsi sono già partiti con Skype da un mese e mezzo, con un discreto numero di utenti: 4 corsi di inglese, 2 corsi informatica, 1 corso di spagnolo, taglio e cucito, Core Energetica e 2 corsi di tedesco. Agli iscritti ai 5 corsi di ginnastica settimanalmente vengono inviati anche video su WhatsApp. «Speriamo di recuperare le lezioni che mancano per finire gli altri corsi ai primi di settembre per poi ripartire, se tutto andrà bene, regolarmente ad ottobre».
Molto soddisfatta dell’iniziativa l’assessore Claudia Barbera: «L’Utl è uno strumento di conoscenze ma che contribuisce anche alla socializzazione della gente. Averlo mantenuto in attività, nei limiti del possibile, anche durante l’emergenza è un segnale molto importante».

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7449

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui