Anche a Villafranca l’epidemia Covid-19 non si ferma.

I dati recenti dell’andamento sanitario a Villafranca di Verona confermano che l’epidemia Covid-19 è tutt’altro che sopita. Il report di domenica 28 marzo parla di 95 persone ricoverate in area non critica, con un aumento di nove pazienti, e 17 in terapia intensiva. «Aspettiamo con ansia la campagna di vaccinazione di massa che è indispensabile per uscire dall’emergenza – commenta il sindaco di Villafranca Roberto Dall’Oca -. Nel frattempo le solite raccomandazioni che però ancora molti fanno finta di non comprendere: distanziamento, mascherine e igiene delle mani».
Intanto le vaccinazioni hanno finalmente decisamente accelerato. Il dato giornaliero di domenica 28 in Veneto è di 30.969 somministrazioni. Nella settimana passatala nostra regione era davanti a tutti.
Pertanto il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia si è recato domenica 28 mattina a compiere una visita al centro vaccinale di Godega Sant’Urbano, in provincia di Treviso. Proprio per questo l’Ulss 2 Marca Trevigiana sta effettuando la sperimentazione della chiamata dei nati nel 1936, con appuntamento di un’ora per ogni singolo mese di nascita. Un bell’esperimento che potrebbe essere esteso a tutte le province.
Luca Zaia si è intrattenuto con gli operatori sanitari, ai quali è stato rivolto il ringraziamento e i complimenti per il lavoro effettuato che sabato, nelle quattro sedi vaccinali dell’Ulss, ha permesso di erogare 5.079 vaccini.
«Con questi ritmi, se i vaccini promessi arriveranno tutti nei tempi previsti– ha concluso Zaia – si potrebbe puntare a vaccinare tutti coloro che lo vogliono in 136 giorni».

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7981

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui