Bando di gara FS: per valorizzare lo scalo ferroviario di Verona

Da FS Sistemi Urbani (società del Gruppo FS Italiane) è stato pubblicato sabato 23 gennaio 2021 il bando di gara per avviare la valorizzazione dello scalo ferroviario di Verona Porta Nuova nell’ambito del quale le aree dello scalo merci saranno riconvertite a parco urbano ed incrementate con nuove funzioni. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro il 3 marzo 2021 alle ore 13.
Un ulteriore passaggio che rende sempre più concreto il progetto urbanistico dell’Amministrazione su quest’area e che accelera ulteriormente i tempi come stabilito dall’ addendum sottoscritto tra Comune, FS e Regione lo scorso 29 dicembre, in cui venivano definite le procedure amministrative e i ruoli dei soggetti attuatori.
Nell’area di riferimento, che si estende per una superficie complessiva di 450.000 mq, nascerà una nuova polarità cittadina, connotata dall’insediamento di un mix di funzioni pubbliche e private, gravitanti intorno ad un grande parco urbano moderno che ospiterà attività ricreative, servizi ed attrezzature per lo sport ed il tempo libero. Le superfici insediabili, nel rispetto della creazione del parco urbano, sono pari 100.000 metri quadrati di Sul (superficie utile lorda).
Finalità della gara è la selezione di un operatore economico interessato a portare avanti la trasformazione urbanistica dell’area ai fini della successiva acquisizione, tramite la presentazione di un progetto coerente con le linee guida individuate dalla scheda di sintesi condivisa tra Comune di Verona, Regione Veneto ed FS Sistemi Urbani.
La procedura si articolerà in due fasi: nella prima, che scadrà il 3 marzo 2021, gli operatori potranno inviare le loro manifestazioni di interesse per la predisposizione di una proposta di variante urbanistica elaborata da un team di professionisti interdisciplinare che supporterà le società del Gruppo FS Italiane e le amministrazioni coinvolte nello svolgimento del relativo percorso tecnico-amministrativo. Tra i requisiti richiesti agli operatori, vi è la comprovata realizzazione di progetti di livello equiparabile a quello dell’ex Scalo Merci. Nella seconda fase sarà richiesto agli Operatori selezionati di realizzare un concept progettuale entro trenta giorni.
L’operatore selezionato sottoscriverà con le società del Gruppo FS Italiane un Contratto che gli riconoscerà un diritto di prelazione da esercitare nell’ambito della successiva procedura di vendita delle aree e dei relativi diritti edificatori, che sarà avviata entro sei mesi dall’approvazione della variante urbanistica.
Al bando è allegata la scheda con i parametri previsti nel masterplan: l’86 per cento dei 450 mila metri quadrati dell’area sarà destinata a verde, solo il 7 per cento sarà occupato da nuovi volumi, con destinazioni d’uso funzionali al parco, alla sua fruibilità e alla sua sicurezza; l’altra parte di edificato sarà il 7% della Stazione, che già oggi occupa. Nel complesso sono circa 100 mila metri quadrati di Sul, costruita anche in verticale, lasciando così l’86% a verde.
Tutte le informazioni relative al Bando e alle sue modalità di partecipazione sono reperibili sul sito www.fssistemiurbani.it.
Il bando è stato annunciato sabato 23 gennaio 2021 dal sindaco di Verona Federico Sboarina insieme all’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala.
“Un altro passo avanti decisivo per la realizzazione del Central Park – ha specificato il sindaco -. Il bando di Sistemi Urbani è stato pubblicato su alcuni giornali nazionali, un passaggio concreto di quanto il progetto stia prendendo forma e in tempi davvero rapidi. Sono passati poco più di 20 giorni da quando abbiamo firmato con FS e Regione l’addendum per definire l’iter amministrativo, era il 29 dicembre e ci eravamo presi l’impegno di arrivare entro la fine di gennaio con la pubblicazione del bando. Ed eccoci qui, con una nuova scadenza, quella del 3 marzo, altrettanto breve, perchè la volontà condivisa con FS è quella di portare a casa il risultato il prima possibile. Ricordo che, qualsiasi operatore che parteciperà al bando, dovrà rispettare le linee guida stabilite nel Masterplan, ovvero i criteri definiti dall’Amministrazione insieme con gli altri soggetti per trasformare l’ex scalo merci in un parco vivibile, su una grande area che sarà destinata a verde, sarà polo attrattivo per chi viene da fuori, turisti compresi, con spazi ricreativi, sportivi e culturali, piste ciclabili, aree attrezzate. Questo progetto è in assoluto una delle priorità della mia Amministrazione, il più grande recupero urbano che Verona abbia mai visto negli ultimi decenni e in quelli a venire”.
“La manifestazione d’interesse scade il 3 marzo – ha continuato l’assessore Segala-. Entro quella data gli operatori con i requisiti richiesti possono presentare una proposta. Ovviamente ci aspettiamo gruppi economici importanti, che abbiano già realizzato investimenti di questo calibro e che siano in grado di strutture un concept adeguato all’area. Quindi Fs sceglierà gli operatori idonei allo step successivo, che avranno quindi trenta giorni di tempo per produrre un progetto sul Central Park. La proposta migliore sarà quella che inizierà il percorso con il Comune e la Regione per predisporre la variante urbanistica dell’area. Ci vorranno circa sei mesi ma non escludo anche meno”.

L C

Fonti: https://www.mattinodiverona.it/2021/01/23/parco-urbano-allex-scalo-merci-pubblicato-il-bando-del-gruppo-fs-italiane/