COVID-19: contagi ridotti ma aumentano le vittime.

Nella Regione Veneto in 9 ore non è cambiata molto la fotografia scattata alla diffusione del covid-19 anzi. Dopo il rilevamento fatta la mattina del 13 aprile alle 8, la Regione ha diffuso un report aggiornato alle 17. I mutamenti sono pochi e quasi tutti in positivo.

In Veneto si continuano a svolgere test a tampone per individuare i cittadini contagiati da coronavirus. Il totale dei test positivi è salito da questa mattina a 14.288 (+37 casi positivi rispetto alle 8 di oggi), ma sono diminuti i veneti attualmente positivi al test, passati da 10.766 a 10.710. Aumentano quindi gli abitanti del Veneto negativizzati (2.679) e malauguratamente anche i deceduti (899).
In provincia di Verona la situazione è molto simile. Ci sono 8 nuovi casi positivi di covid-19 (3.555 in totale), ma resta fermo a 3.005 il numero dei chi è attualmente infettato dal virus. Gli 8 nuovi casi sono stati conteggiati tra i negativizzati (diventati 293) e tra i deceduti (257).

Si alleggerisce sia in Veneto che a Verona la pressione dei malati coronavirus ricoverati negli ospedali. In tutta la regione ci sono 1.420 malati nelle aree non critiche (-7 in nove ore) e 240 malati nelle terapie intensive (-5 in nove ore). I dimessi dagli ospedali sono saliti a 1.739, ma ci sono 14 nuovi morti negli ospedali veneti. Significa che tra le 889 vittime di questa malattia, 793 sono avvenute in ospedale.
Negli ospedali veronesi ci sono 458 pazienti coronavirus nei vari reparti: 54 a Borgo Roma, 28 a Borgo Trento, 58 a Legnago, 28 a San Bonifacio, 100 a Villafranca, 67 a Marzana, 19 a Bussolengo, 66 a Negrar e 38 a Peschiera del Garda. Ma ci sono anche i pazienti Covid-19 più gravi, ricoverati nelle terapie intensive. Nel Veronese sono 71: 15 a Borgo Roma, 25 a Borgo Trento, 6 a Legnago, 3 a San Bonifacio, 10 a Villafranca, 8 a Negrar e 4 a Peschiera del Garda. Il dato più triste è che 6 sono i pazienti deceduti negli ospedali veronesi dalle 8 alle 17 di oggi: uno a Borgo Roma, uno a Legnago, uno a Peschiera, uno a Negrar e due a Villafranca. Dall’inizio dell’emergenza, dagli ospedali veronesi sono stati dimessi 453 pazienti coronavirus (+7 in nove ore), mentre il numero dei deceduti negli ospedali scaligeri è salito a 250.

L C

Fonti: http://www.veronasera.it/cronaca/coronavirus-verona-veneto-malati-morti-13-aprile-2020.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui