Covid-19: Da oggi si comincia a respirare più libertà.

Dopo questa ondata pandemica Covid-19, sembra proprio che il peggio sia alle nostre spalle, e a partire da lunedì 1 giugno arriverà una nuova ventata di positività nella fase 2. L’ordinanza del presidente della regiona Veneto Luca Zaia, che scadrà il 15 giugno, ha infatti tolto molti altri lacci alla vita e alle attività giornaliere. Innanzitutto la mascherina non sarà più obbligatoria all’aperto in Veneto a meno che non ci siano assembramenti o non sia possibile mantenere la distanza di un metro. La mascherina non più d’obbligo all’esterno è un bel sollievo anche se, in pratica, il cittadino deve portarla sempre in tasca a portata di mano all’evenienza. Successivamente, non saranno più obbligatori anche i guanti, anche nei negozi per clienti e operatori. Rimarrà comunque l’avvertenza di igienizzare e lavarsi spesso le mani.

Inoltre vengono riprese, modificate e aggiornate anche le linee guida nazionali con novità sul fronte terme con piscine termali, spa e centri benessere, centri estivi, circoli culturali e ricreativi, musei, archivi e biblioteche che possono riaprire.
Si avvia anche la prossima apertura per le case di cura con possibilità per gli enti di accogliere nuovi ospiti e permettere l’accesso di parenti e visitatori.
Infine un’altra disposizione nazionale da non dimenticare, che dal 3 giugno ci si potrà muovere liberamente tra regioni.

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7470

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui