Covid-19: leggero affievolirsi dei contagi ma aumentano i pazienti ricoverati.

Dopo l’ultimo aggiornamento del Presidente della regione Veneto Luca Zaia concernente un leggero affievolirsi dei contagi, sono tornati a crescere i pazienti ricoverati negli ospedali del Veneto a causa del Coronavirus, che ha fatto annotare altri 995 nuovi casi.
È quanto risulta dall’aggiornamento di Azienda Zero delle ore 17 di martedì 17 novembre, che vede il numero complessivo dei casi in regione salire a 106961. Di questi 63289 sono attualmente positivi, 40689 sono negativizzati virologici e 2983 sono i deceduti colpiti dal virus, tra strutture ospedaliere e non.
Nella provincia di Verona invece sono stati registrati 163 nuovi casi, per un totale di 20183 di cui: 11781 momentaneamente affetti dal virus, 7616 negativizzati e 786 deceduti.
Per quanto riguarda gli ospedali veneti, i ricoveri in area non critica sono passati a 2166 , 2053 dei quali sono ancora positivi al Covid-19, mentre le terapie intensive vedono ora 287 persone ricoverate, di cui 16 negativizzate.
Prendendo in esame le sole strutture nel territorio scaligero, sono 439 i pazienti in area non critica e 68 (dato stabile) quelli in terapia intensiva. Questi i numeri dei singoli ospedali: 86 a Borgo Roma (di cui 3 in terapia intensiva), 90 a Borgo Trento (di cui 21 in terapia intensiva), 93 a Villafranca di Verona (di cui 16 in terapia intensiva), 44 a San Bonifacio (di cui 13 in terapia intensiva), 3 a Marzana, 19 a Bussolengo, 4 a Bovolone, 68 a Legnago (di cui 8 in terapia intensiva), 60 a Negrar (di cui 4 in terapia intensiva) e 40 Peschiera del Garda (di cui 3 in terapia intensiva).

L C

Fonti: https://www.veronasera.it/attualita/covid19-coronavirus-veneto-verona-terapia-intensiva-casi-decessi-17-novembre-2020.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui