Covid-19: rallentamento incoraggiante dei contagi a Verona

Come solito il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia anche il 22 dicembre ha tenuto l’aggiornamento giornaliero sull’emergenza sanitaria Covid-19.
Il governatore ha riferito i dati del bollettino delle 8 della mattina stessa, sopraggiungendo quelli che di solito non sono contenuti nel report di Azienda Zero. A tal merito si è evidenziato che l’incidenza dei tamponi positivi trovati il giorno precedente 21 dicembre sul totale dei tamponi eseguiti in 24 ore tende per fortuna a diminuire. «La curva sta flettendo», ha specificato il presidente Zaia. Infatti il dato del 22 dicembre è del 5,14%.
«Altro dato interessante – ha poi continuato il presidente regionale Zaia – è il rallentamento di Verona. Magari sono piccoli raggi di sole in mezzo ad una tempesta. La pressione resta alta, ma in questi ultimi due giorni c’è un allentamento». Migliora quindi la situazione del territorio scaligero, un territorio particolarmente aggredito dal virus in questa seconda ondata di contagi.
Il presidente Zaia ha poi dichiarato che il 23 dicembre sarà presentato il piano vaccinale anti-Covid e saranno riferiti anche alcuni risvolti sulla risposta del vaccino alla cosiddetta «variante inglese» del Covid-19.
Oltretutto, il governatore ha colto l’occasione per comunicare il nuovo segretario generale della sanità della Regione Veneto. Infatti Domenico Mantoan è diventato il direttore generale dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) ed al suo posto a Venezia prenderà il posto il dottor Luciano Flor, tuttora direttore generale dell’azienda ospedaliera di Padova ed in passato direttore sanitario sia dell’azienda ospedaliera di Verona sia dell’Ulss scaligera.

L C

Fonti: https://www.veronasera.it/video/coronavirus-covid-19-zaia-veneto-22-dicembre-2020.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui