Covid-19: risalita dei contagi e dato più alto a Villafranca

Ferrara di Monte Baldo, Palù, Cerro Veronese, San Mauro di Saline, San Pietro di Morubio e Velo Veronese, sono i Comuni scaligeri privi di isolamenti e individui positivi al coronavirus, mentre a Bevilacqua, Concamarise, Sant’Anna d’Alfaedo e Trevenzuolo, sono presenti alcuni abitanti in quarantena. Dagli 11 di mercoledì 24 febbraio sono perciò diventati 10 i territori del territorio Veronese privi di casi accertati dal virus. Un dato in linea la risalita dei contagi rilevata in questi giorni.
Un quadro che sorge dal report aggiornato alla mattinata del 25 febbraio dell’Ulss 9 Scaligera per le amministrazioni comunali, da cui inoltre è possibile notare come il rapporto di casi ogni mille abitanti nella provincia di Verona sia risalito a 2,04. Nelle note del rapporto viene evidenziato che «non sono riportati i casi (né come sintesi né come dettaglio) con data fine sorveglianza passata, nemmeno se positivi, nemmeno se ospiti di casa di riposo o ricoverati. Quindi fino a quando il report complessivo regionale li conteggerà non si potrà avere una quadratura perfetta». Infatti nella tabella sono incluse tutte le persone «in isolamento (data fine isolamento non passata) che sono in stato di sorveglianza “Attiva” o “Da definire”», i «casi in sorveglianza “Non necessaria”, “Passiva”, “Ricoverato” ed “Auto-monitoraggio”, solo se ricoverati e/o ospiti di case di riposo» e infine «le persone “positive” senza data di fine sorveglianza in stato “Da definire” (perché ancora in attesa di indagine epidemiologica)». Tra i “contatti con sospetti” inoltre sono inclusi persino quelli scolastici.
Quindi restando a tali dati alla mattinata di giovedì 25 febbraio il totale dei casi nell’area scaligera è di 2937 (+122 rispetto al valore precedente), di cui 1837 (+23) positivi.
Tra le persone in isolamento è possibile contare: 3 viaggiatori, 1091 classificate come “contatti stretti”, 1 come “caso sospetto” e 5 come “contatto con sospetti”.
Invece guardando ai positivi si notano 91 ricoverati, 12 ospiti di case di riposo o strutture residenziali, 79 indicati come positivi non reperibili e 241 relativi ad indagine epidemiologica.
Nel Comune di Verona risultano esserci 693 casi complessivi, di cui 429 accertati come positivi, ed un rapporto di casi per mille abitanti di 1,65.
Nel resto della provincia di Verona sono in genere i Comuni con il maggior numero di abitanti a far segnare i dati più alti di casi complessi e positivi, come Villafranca di Verona (146 totali di cui 91 accertati), San Giovanni Lupatoto (87 totali di cui 54 accertati), San Bonifacio (81 totali di cui 54 accertati), Legnago (77 totali di cui 48 accertati), Negrar (76 totali di cui 50 accertati), Bussolengo (66 totali di cui 40 accertati) e San Martino Buon Albergo (52 totali di cui 32 accertati).
Anche in territorio meno popolati, sono però presenti situazioni con numeri importanti. È il caso di Valeggio sul Mincio (77 totali di cui 50 accertati), Nogara (63 totali di cui 46 accertati), Castelnuovo del Garda (53 totali di cui 43 accertati), Peschiera del Garda (68 totali di cui 42 accertati), Sant’Ambrogio di Valpolicella (54 totali di cui 29 accertati), Sona (56 totali di cui 27 accertati) e Castel d’Azzano (53 totali di cui 28 accertati).
Il rapporto di casi su mille abitanti va perciò tenuto in considerazione per avere un quadro più chiaro della situazione della provincia veronese. Il dato più alto del report è quello relativo a Roveredo di Guà (6,86), seguito da San Zeno di Montagna (6,35), Castagnaro (6,29), Nogara (5,44), Bardolino (4,87), Mezzane di Sotto (4,77) e Pastrengo (4,75).

L C

Fonti: https://www.veronasera.it/attualita/comuni-provincia-verona-dati-casi-covid19-positivi-casi-25-febbraio-2021.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui