Covid-19: Veneto sempre più a rischio modifica dello status

In relazione alla pandemia Covid-19, il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato martedì 10 novembre una nuova ordinanza. con la quale cinque Regioni italiane hanno modificato il loro “status”. Più specificatamente si tratta di Abruzzo, Liguria, Basilicata, Toscana e Umbria che da zone gialle sono diventate tutte arancioni. Pertanto, anche la Provincia autonoma di Bolzano ha cambiato “fascia di rischio” passando direttamente da gialla a rossa. E il Veneto?
La questione è piuttosto complessa, ma per il momento possiamo dire che ci sono altre quattro Regioni particolarmente attenzionate che comunque attualmente mantengono il loro status “giallo”, vale a dire quello che ai sensi del Dpcm consente l’applicazione di misure di prevenzione soft. Da giorni ormai si parla però di un possibile cambio di fascia per Emilia Romagna, Campania, Friuli Venezia Giulia e proprio anche il Veneto. Qual è la situazione reale?​
Nella conferenza stampa di martedì 10 novembre Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, ha risposto come segue ad una domanda diretta in merito a queste quattro Regioni gialle:
«Laddove trovo un “rischio alto” e lo classifico nello “scenario 4”, quindi con Rt sopra 1.5 adotto delle ulteriori restrizioni, laddove trovo un “rischio alto” con Rt da “scenario 3” adotto ulteriori restrizioni che vanno a complementare le altre restrizioni.
Detto questo, nell’ultimo rapporto la cabina di regia rafforzata nel parere anche dal Comitato tecnico scientifico dice: “Attenti perché ci sono quattro Regioni che hanno questa soglia, quindi sono anche a rischio di evolvere verso il livello alto, forse è bene anticipare delle misure, perché sono in una situazione che potrebbe presto evolvere nell’altro sistema”. Da questo punto di vista lo scenario è molto ben definito e dà delle raccomandazioni sull’anticipare alcune possibili misure».
Tra le quattro Regioni prossime ad evolvere verso il livello “alto” di rischio vi è appunto il Veneto. Ma qual è l’attuale situazione della Regione? Di fatto l’ultimo monitoraggio ci riporta un Rt = 1.56, il che nelle parole del presidente ISS Silvio Brusaferro e come ribadito nel report di monitoraggio settimanale, classifica il Veneto in uno scenario di “tipo 4”, secondo appunto la ripartizione in quattro scenari epidemiologici descritta nel documento dell’ISS dal titolo “Prevenzione e risposta a COVID-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale”. Qual è però il livello di rischio attualmente della Regione Veneto? Al momento è ancora dichiarato come “rischio moderato”, motivo per cui il Veneto è tuttora zona gialla.

L C

Fonti: https://www.veronasera.it/cronaca/veneto-monitoraggio-covid-istituto-superiore-sanita-zona-gialla-rischio-scenario-11-novembre-2020.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui