Dosi di vaccino anti-Covid insuffiventi a Verona.

Nel giorno di Pasquetta, lunedì 5 aprile, non sono mancati disagi presso i centri di vaccinazione dei cittadini di Verona, proprio presso la Fiera e in quello di Bussolengo. La motivazione? Diverse persone, soprattutto molte anziane, si sono presentate per effettuare il richiamo del vaccino anti-Covid, vuol dire la cosiddetta “seconda dose” necessaria per l’efficacia ottimale della vaccinazione, ma hanno in seguito scoperto che le dosi di vaccino non erano sufficenti.
La stessa Ulss 9 Scaligera aveva apposto sul proprio sito web un messaggio di avviso nel quale si spiegava che a causa di una insufficienza di dosi Pfizer le vaccinazioni programmate nei giorni 5, 6 e 7 aprile, sarebbero state riprogrammate nei giorni successivi. Ecco cosa si legge sul sito dell’Ulss 9 Scaligera:
«Per carenza di dosi di vaccino Pfizer, gli appuntamenti per la seconda dose programmati presso i Centri di Vaccinazione di Bussolengo e Verona nei giorni 5, 6 e 7 aprile, sono rimandati nelle stesse sedi e nello stesso orario secondo la seguente programmazione:
– gli appuntamenti fissati per il 5 aprile vengono spostati all’8 aprile.
– gli appuntamenti fissati per il 6 aprile vengono spostati al 9 aprile.
– gli appuntamenti fissati per il 7 aprile vengono spostati al 10 aprile».
E in effetti non tutti coloro i quali dovevano sottoporsi al vaccino hanno evidentemente avuto modo di leggere tale avviso e, dunque, si sono ugualmente presentati nelle sedi vaccinali di Bussolengo e Verona, salvo poi scoprire di aver fatto un viaggio a vuoto poiché, materialmente, il vaccino per la seconda dose che gli sarebbe spettato in realtà non c’era. Vi è anche chi ha segnalato di aver in realtà ricevuto una mail il cui testo sarebbe stato all’incirca il seguente:
«La sua prenotazione […] del […] presso CVP Covid-19 […] è da considerarsi ANNULLATA.
Per ragioni connesse al mancato approvvigionamento del vaccino».
Infine nel pomeriggio di lunedì 5 aprile è giunta una breve nota stampa da parte dell’azienda Ulss 9 Scaligera, in cui si legge che «gli appuntamenti per la seconda dose di vaccino Pfizer programmati presso i Centri di Vaccinazione della Popolazione di Bussolengo e Verona il 5, 6 e 7 aprile sono rimandati, presso le stesse sedi e con lo stesso orario, rispettivamente ai giorni 8, 9 e 10 aprile».
La comunicazione dell’Ulss 9 giunta in redazione (che si sarebbe forse potuta anticipare di almeno 24 ore) prosegue spiegando che «i cittadini precedentemente convocati in queste giornate sono pregati di non presentarsi all’appuntamento presso i CVP, onde evitare disservizi e disagi». L’Ulss 9 Scaligera infine puntualizza: «Ci si scusa con le persone interessate dalla riprogrammazione, resa necessaria a causa della contingente e temporanea carenza di dosi. La campagna vaccinale prosegue regolarmente secondo il calendario previsto per tutte le altre categorie e classi che hanno prenotato la seduta in questi giorni».
Tutte le informazioni aggiornate sulla campagna vaccinale risultano sul sito dell’Ulss 9 Scaligera. Per ulteriori informazioni, si ricorda che è anche operativo il numero verde aziendale 800 936 666, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 16 e il sabato dalle ore 9 alle 13.

L C

Fonti: https://www.veronasera.it/cronaca/carenza-dosi-vaccino-pfizer-bussolengo-verona-prenotazioni-5-aprile-2021.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui