Fondazione Ant con l’iniziativa “Uovo Sospeso” come gesto di solidarietà

La Fondazione Ant aveva disposto un gesto di solidarietà in prossimità della Pasqua lanciando l’iniziativa “Uovo Sospeso”, derivante dalla tradizione partenopea del caffè sospeso, col patrocinio dei Comuni di Villafranca di Verona e Bussolengo. La risposta è stata molto propositiva. Ant così è riuscita a consegnare 330 uova di cioccolato a diverse realtà solidali meritevoli del territorio e allo stesso tempo raccogliere fondi per sostenere l’assistenza medico-specialistica ai malati di tumore che la Fondazione porta avanti nella provincia di Verona.
«Un’iniziativa dal grande valore sociale – afferma il sindaco di Villafranca Roberto Dall’Oca – . Ancora una volta ha dimostrato quanto sia importante l’operato delle associazioni e del volontariato soprattutto in un momento come quello che stiamo vivendo».
L’Uovo Sospeso ha trovato tantissimi alleati: aziende, commercianti e privati cittadini che hanno scelto di donare ad Ant il corrispettivo di un uovo di cioccolato che è stato poi effettivamente consegnato nei giorni scorsi alle donne ospiti delle case di accoglienza dell’Istituto Don Calabria e ai loro bambini (ricevute dalla dottoressa Benedetta Tesoro, coordinatrice Area Donne e Minori dell’Istituto), alle équipe sanitarie che stanno affrontando l’emergenza sanitaria Covid-19 nei reparti dell’Ospedale Orlandi di Bussolengo (accolte dal Sindaco di Bussolengo Roberto Brizzi, dall’assessore al Sociale Silvana Finetto, dal Direttore Medico Ospedaliero ULSS 9 Scaligera Paolo Montresor e dal Primario del reparto Covid dell’ospedale dott. Paolo Garzotti), a tutte le persone in difficoltà che quotidianamente vengono aiutate dall’Emporio della Solidarietà “Il Tione” di Villafranca (accolte dai volontari e dal parroco, Don Daniele).
L’assessore al sociale Nicola Terilli ha ringraziato Ant per aver aggiunto, con l’iniziativa Uovo Sospeso, un ulteriore e significativo gesto di attenzione alla fragilità oltre a quanto già fa attraverso i suoi volontari e medici ogni giorno: «Splendido esempio di una Pasqua all’insegna della solidarietà da parte dei volontari dell’Ant, da sempre attiva nell’assistenza domiciliare a malati oncologici. Oggi con il suo contributo ha voluto ulteriormente essere vicina alle famiglie alle prese con la grave crisi economica e sociale, che si rivolgono all’Emporio per pacchi spesa alimentare».
Grande soddisfazione ha espresso Claudia Barbera, nella doppia veste di assessore e delegata Ant a Villafranca, che insieme ai volontari e allo staff della Fondazione ha dato vita all’iniziativa: «Sono orgogliosa di aver potuto collaborare per la realizzazione di un progetto che è il risultato di un grande lavoro di squadra sul territorio. Tutto è stato reso possibile grazie alla rete costruita con le associazioni di categoria e le aziende del territorio che, nonostante il periodo di difficoltà causato dalla pandemia Coronavirus, hanno voluto comunque provare a regalare un sorriso a chi è meno fortunato di noi rispondendo presente alla nostra iniziativa».
Venerdì 2 aprile è stata l’ultima tappa con la consegna di cento uova agli ospiti della Casa di Riposo Morelli Bugna di Villafranca.
«L’associazione Ant ha trasformato il gesto benefico del caffè “sospeso” nei bar nel dono delle uova, come testimonianza di vicinanza a quanti si spendono nell’assistenza per il bene della comunità – ha ultimato la presidente della casa Morelli Bugna Manuela Tomasi – . A loro tutta la nostra gratitudine non solo per il dono ma soprattutto per ciò che quotidianamente fanno: assistenza ai malati oncologici, sostegno psicologico a malati e familiari, azioni di prevenzione per la salute».

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7991

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui