Monitoraggio Iss allarmante: La curva epidemiologica non stenta a calare.

La curva epidemiologica dell’emergenza Covid-19 purtroppo non stenta a calare. Tutt’altro invece. Infatti, secondo il monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità, i numeri attuali sembrano anticipare un aumento dei contagi nelle prossime settimane. E con questo quadro è necessario un pronto intervento.
Dopo il monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità non resta che prendere subito una decisione: rendere più restrittive le misure di contenimento dei contagi. E’ quando risulta da un’ordinanza siglata dal Ministero della Salute capeggiato da Roberto Speranza dopo il grave esito dell’analisi condotta dall’Iss.
Il quadro emerso in Veneto sarebbe molto delicato, così come pertanto anche in altre regioni italiane. L’incidenza a 14 giorni è tornata a crescere dopo alcune settimane di “stallo”, mentre è in salita pure l’impatto della pandemia sui servizi assistenziali. Poi l’indice Rt nazionale sempre secondo l’Iss, è in aumento per la quarta settimana consecutiva e, per la prima volta dopo sei settimane sopra quota 1.
Perciò, a quanto si apprende, l’epidemia si trova in una fase delicata molto che sembra preludere a un nuovo rapido aumento nel numero di casi nelle prossime settimane, qualora non venissero definite e implementate rigorosamente delle misure di contenimento più stringenti di quelle che abbiamo tuttora.
Pertanto oltre al Veneto saranno arancioni anche Emilia Romagna, Calabria, Lombardia e Sicilia. La misura sarà valida fino al 15 gennaio, termine dell’attuale Dpcm in vigore.

L C

Fonti: https://primadituttoverona.it/cronaca/curva-in-peggioramento-il-veneto-da-lunedi-e-in-zona-arancione/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui