Scuola: a Valeggio continuano i lavori per riaprire le scuole secondo le norme Covid.

A Valeggio sul Mincio l’ammministrazione comunale continua ininterrotta i lavori all’interno delle scuole del paese per permettere a tutti i bambini di tornare a settembre tra i banchi. L’Ulss 9 ha dato il suo nulla osta positivo per la richiesta di utilizzare anche il seminterrato della secondaria e la mansarda della primaria. Alla scuola primaria verranno così ricavate delle aule nella zona superiore dell’edificio. «Sono spazi molto ampi e luminosi, che vengono normalmente utilizzati per altre attività e che possono essere destinati a nuove classi per questo periodo straordinario» afferma l’assessore Bruna Bigagnoli.

Le stanze sono dotate di finestre e velux, oltre che a entrate e uscite differenziate. Per quanto riguarda invece la scuola secondaria, la dirigente scolastica aveva richiesto di poter usufruire anche delle stanze del seminterrato e quelle della mensa. Sono locali situati nella parte più bassa dell’edificio, i locali destinati alle lezioni sono accessibili tramite porte finestre dotate di maniglioni antipanico e dalle quali entra luce naturale. Pertanto questa soluzione richiede interventi urgenti per realizzare pareti « mobili» e offrire la possibilità di differenziare entrate e uscite, per rispettare le norme nazionali di Governo e di Regione. Oltretutto, sempre alle scuole secondarie, verranno eseguiti anche interventi su due bagni, per creare ingressi separati sia per i maschi che per le femmine. «Il parere positivo è arrivato però con delle prescrizioni che aggiungono alcuni interventi per garantire ancora di più il benessere dei bambini – spiega il sindaco di Valeggio Alessandro Gardoni -, come la sostituzione dei serramenti e la motorizzazione dei velux. L’impegno è notevole, ma non ci tiriamo indietro, vogliamo che i nostri bambini tornino a scuola sereni e con tutti i comfort possibili. Nella loro scuola e non nei container». Con riferimento alla richiesta dei genitori portata avanti con raccolta firme (in totale 270) per modifica orari, l’assessore Bigagnoli con il sindaco Gardoni hanno conferito con la dirigente scolastica chiedendo anche un incontro con i rappresentanti dei genitori interessati. « Consapevoli che ci sono dei malumori sugli orari delle lezioni – conclude infine il sindaco -, abbiamo chiesto alla dirigente di relazionarsi con i rappresentanti dei genitori per trovare un punto in comune per ripartire a settembre».

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7600

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui