Villafranca: sentito ringraziamento agli eroi della sanità.

Tributo anche alla Casa di Riposo Morelli Bugna dove il Comune ha consegnato 900 mascherine e delle tute di protezione per il personale addetto

Lunedì 30 Marzo le istituzioni amministrative e le forze dell’ordine davanti al Magalini hanno elargito un ringraziamento di cuore agli eroi della sanità cioè a medici, infermieri e personale sanitario che opera in questo difficile periodo del Covid-19. L’ospedale Magalini di Villafranca di Verona è diventato Covid Hospital e le forze dell’ordine hanno tributato il giusto omaggio agli operatori con le sirene spiegate, oltre a chi si occupa delle pulizie, agli Oss, agli amministrativi e agli infermieri, ai medici e a tutti i dirigenti. In conclusione un lungo applauso di ringraziamento. Il sindaco di Villafranca Roberto Dall’Oca, presente con altri amministratori insieme ai primi cittadini Martelli di Mozzecane e Buzzi di Povegliano Veronese, ha presieduto la delegazione. «Siamo qui perché, a nome della comunità, non possiamo far altro che ringraziare con tutto il cuore chi è in prima linea per la salute di tutti. l rapporto stretto e la sinergia creata tra dirigenti Ulss e Sindaci è un valore aggiunto in questa battaglia.

Questa forma di ringraziamento va anche ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta che sono in prima linea, le prime sentinelle ad arginare questo fenomeno. Ora più che mai ricoprono un ruolo determinante. A loro abbiamo pensato e abbiamo voluto dare una mano, come amministrazione comunale, acquistando del materiale (dispositivi di protezione individuale) che in questi giorni doneremo».
Attualmente all’ospedale Magalini ci sono 121 persone ricoverate in area non critica, 20 in terapia intensiva e la buona notizia è che 16 sono guariti. Inoltre da lunedì si faranno anche i tamponi.

Tributo anche alla Casa di Riposo Morelli Bugna dove il Comune ha consegnato 900 mascherine e delle tute di protezione per il personale addetto. Particolarmente difficile è anche la situazione in cui vivono i parenti dei pazienti ricoverati, per i quali il distacco dal loro familiare durante il ricovero è pressoché totale. L’Ulss 9 si rivolge quindi con un servizio di consulenza telematica alla popolazione che fosse in difficoltà per l’emergenza Coronavirus coinvolgendo psicologi dell’Età evolutiva, della Salute Mentale, dei Consultori Familiari e dei Servizi coordinati dallo psicologo Marco Valentini che gestisce gli “spazi adolescenti” dei quattro Distretti. Il numero telefonico a cui rivolgersi in caso è lo 045595605 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 16).

L C

Fonti: http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7354

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui