835 anni per Villafranca di Verona: un compleanno triste.

Non è certo il momento migliore per festeggiare un compleanno ma tuttavia la cittadina, fondata il 9 Marzo 1185, ha attraversato situazioni ben peggiori di questa nel corso dei secoli. Vista la necessità di limitare gli spostamenti, i contatti e non frequentare luoghi chiusi se non per necessità, può essere una buona occasione per vedere la vita, e anche il paese, in modo diverso. Se non stiamo in casa, scegliamo di stare all’aperto, invece di dedicarsi ai nuovi miti da bar, di fare una passeggiata senza pensare al telefonino ma guardando con occhi diversi il paesaggio e quello che ci circonda, tranquilli e senza frenesia. Così anche la vecchia Villafranca ci apparirà per molti aspetti ancora sconosciuta e ci riserverà delle piacevoli nuove sorprese. E come presente di compleanno facciamo noi e alla nostra comunità il regalo più sensato in questo momento: rispettiamo le regole che ci vengono richieste senza sottovalutare il problema ma anche senza isterismi.

Per quanto riguarda le celebrazioni che erano in programma purtroppo sono state annullate. «Abbiamo organizzato un concorso innovativo col Carlo Anti – spiega l’assessore Claudia Barbera – dove alcuni ragazzi hanno trascritto la storia di Villafranca a fumetti. Col Comitato della Biblioteca che ha gestito il concorso, sono stati dati imput storici, brochure illustrative e fatto visite sui luoghi storici del nostro territorio. Tanti ragazzi non sono di Villafranca e quindi è stata anche una possibilità di conoscere un po’ di più la storia della città dove vengono a studiare. Oggi avrebbe dovuto esserci l’esposizione in Biblioteca con spettacolo teatrale e taglio della torta, domani premiazione in sala consigliare. Saranno recuperate quando possibile».

Intanto fino al 3 aprile resteranno chiuse i luoghi di aggregazione di Villafranca cioè: Biblioteca comunale, Palazzo Bottagisio (con chiusura in anticipo della mostra dedicata ad Amalia Musitelli), sala Ferrarini, centro di lettura di Dossobuono, Auditorium comunale ed ex cantoria del Castello.

L C

Fonti:http://www.targetnotizie.it/articolo.php?id=7327

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui