Areoporto Catullo: il dettaglio del progetto assistenza ai soggetti con autismo.

Entriamo oggi nel dettaglio del progetto sull’assistenza a soggetti con autismo proposto dall’eroporto Valerio Catullo di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa. L’ente ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), e l’Aeroporto Valerio Catullo di Villafranca di Verona, hanno presentato il progetto “Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto” promosso da ENAC con la collaborazione di Assaeroporti, le varie associazioni di settore e le società di gestione aeroportuale dedicato ai passeggeri affetti dallo spettro dell’autismo e ai loro accompagnatori. Per le persone con autismo, compiere un viaggio in aereo può rappresentare un’esperienza molto difficoltosa, guidarle e facilitarne gli spostamenti è un compito molto delicato, che necessita di servizi dedicati e di personale adeguatamente preparato. L’aeroporto di Bari nel novembre 2015 è stato il primo a proporre l’iniziativa “Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto” ed è stata avviata in forma sperimentale e poi progressivamente nel corso degli anni è stata adottata da altri numerosi scali italiani. Anche l’aeroporto di Venezia l’ha adottata nel febbraio 2017. L’obiettivo principale è quello di garantire a tutta l’utenza il pieno godimento del diritto alla mobilità.

Il progetto attuato dall’aeroporto di Verona con il coinvolgimento delle Associazioni Ants Onlus per l’Autismo e Opero Silente secondo, offre un’assistenza adeguata ai soggetti con autismo e alle loro famiglie, per aiutarli a prepararsi e ad affrontare serenamente il loro viaggio. Gli strumenti e i servizi offerti in base alle linee guida del progetto sono:

– la possibilità di conoscere prima gli ambienti del terminal attraverso brevi descrizioni e immagini che mostrano gli spazi interni ed esterni dello scalo (disponibili sul sito);

– brochure informativa “Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto” scaricabile dal sito che fornisce semplici raccomandazioni ed semplici strategie rivolte agli accompagnatori per aiutare bambini e adulti autistici ad accettare serenamente il loro percorso di viaggio;

– la possibilità di effettuare una visita del terminal preparatoria al viaggio, contattando il Servizio PRM scrivendo a: servizioprm@aeroportoverona.it

L C

Fonti: https://primadituttoverona.it/cronaca/laeroporto-aderisce-al-progetto-autismo-in-viaggio-attraverso-laeroporto/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui