Un sogno a colori realizzato per i ragazzi della “piatta” di Parona

Si è stipulata una convenzione che vede la cooperativa onlus Spazio Aperto impegnarsi nella cura e valorizzazione dello spazio sino alla fine del 2020

In Largo Stazione Vecchia, tra la strada diretta in Valpolicella, la scuola media ed un centro per anziani,  c’è uno spazio polivalente che tutti conoscono come ‘la piatta’ di Parona. Il luogo è in posizione centrale e di grande passaggio, ma sino a qualche tempo fa era in stato di totale abbandono.

È bastato un solo anno per riqualificarlo completamente. Si è iniziato con la pulizia dell’area, sono seguiti i lavori per sistemarla e renderla fruibile, la realizzazione del murales per abbellirla, e questa mattina, in municipio, il progetto ha avuto il suo culmine.

Si è stipulata una convenzione che vede la cooperativa onlus Spazio Aperto impegnarsi nella cura e valorizzazione dello spazio sino alla fine del 2020. La piattaforma dovrebbe così diventare un luogo per il gioco, lo sport e le attività culturali a disposizione dei giovani, ma dotato di sorveglianza e tenuto in ordine.

I primi ad accorgersi del cambiamento sono stati i ragazzi del quartiere che sono tornati a giocare a basket! La bontà dell’iniziativa trova testimonianza nella disponibilità da parte di numerosi volontari che si sono proposti per garantire l’apertura e la chiusura della cosiddetta ‘piatta’, seguendo orari estivi o invernali, una mamma si è presa l’incarico di occuparsi della pulizia dei cestini, la raccolta delle carte e la vigilanza pomeridiana.

I veri artefici dell’iniziativa sono in realtà i ragazzi della scuola media di quartiere che, un anno fa nell’ambito del progetto di educazione alla cittadinanza responsabile dal titolo ‘Io cittadino’, hanno simpaticamente simulato un consiglio comunale, chiedendo all’amministrazione di sistemare l’area. E il loro desiderio è stato realizzato grazie all’azione congiunta del consigliere Paola Bressan, che è ideatrice dell’iniziativa, con gli assessorati all’Istruzione e Servizi sociali, allo Sport, al Decentramento e all’Edilizia scolastica. Amia invece è intervenuta per ripulire il campetto, sostituire le reti ai canestri, posizionare un nuovo tavolo con panche, cestini e una fontanella.

Gli studenti hanno contribuito con un tocco artistico: hanno realizzato un murale colorato, aderendo al progetto ‘Welf-Care’ del Consorzio Sol.Co Verona, finanziato da Fondazione Cariverona.

Ora che l’accordo tra cooperativa onlus Spazio Aperto e Comune è diventata ufficiale, quest’area potrà ospitare eventi culturali, sportivi e di aggregazione, ritrovando una nuova vita.

Questa mattina il patto di sussidiarietà è stato siglato dalla presidente della cooperativa Spazio Aperto Lucia Zanoni, alla presenza dell’assessore allo Sport Filippo Rando e del consigliere comunale Paola Bressan, promotore dell’iniziativa.

“Ringraziamo la cooperativa per essersi presa questa responsabilità nei confronti della collettività – ha detto Rando -. Non è infatti scontato che cittadini e associazioni si prendano a cuore spazi e beni comuni. Si tratta del 24esimo patto di sussidiarietà che viene siglato a Verona, convenzioni aperte che mettono al centro una finalità cercando di coinvolgere più persone possibili. Una bella dimostrazione di cittadinanza attiva e propositiva”.

“Un lavoro durato un anno – ha spiegato Bressan -, studiato fase per fase affinchè i giovani di Parona fossero i veri protagonisti di questa riqualificazione. Con il coinvolgimento di Spazio Aperto ora la piattaforma sarà sorvegliata e mantenuta pulita e in ordine. Ma verranno realizzati anche eventi proprio per coinvolgere tutta la cittadinanza e i commercianti. Anche questo spazio torna a rivivere”.

Fonte della notizia: http://www.ilgiornaledeiveronesi.it/la-piattaforma-di-parona-torna-a-vivere-in-campo-i-volontari-di-spazio-aperto/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui