Corsi Estivi di italiano organizzati dal Cestim.

Corsi Estivi di italiano organizzati dal Cestim per ragazze/i immigrati.

Quest’anno ricorre il ventesimo anniversario dei Corsi Estivi Cestim, laboratori di italiano per  immigrati.

Sono più di 500 le ragazze e i ragazzi che ogni mattina del mese di luglio, alle 9.30 si sono connessi,  per seguire i Corsi Estivi di italiano organizzati dal Cestim, Centro Studi immigrazione di Verona, con giovani laureati in materie umanistiche, assunti e formati dal Cestim nella didattica dell’italiano come seconda lingua e approccio interculturale.

“Consapevoli dei tanti punti di debolezza della didattica a distanza, abbiamo discusso a lungo prima di decidere se realizzare i corsi estivi per la prima volta con la modalità della videoconferenza” racconta il direttore del Cestim Matteo Danese. “Una delle ragioni che ci ha spinto comunque ad intraprendere questo percorso è stata la sperimentazione positiva effettuata durante i mesi del lockdown in cui abbiamo organizzato attività di supporto allo studio a distanza per oltre 300 bambini e ragazzi figli di immigrati.”

E proprio per dare continuità agli anni precedenti, anche per questa edizione si è scelto un tema condiviso come filo conduttore di tutto il corso, cioè “Lo spazio fuori e dentro di noi”. L’obiettivo è quello di dare agli studenti modo e strumenti per esprimere ciò che hanno accumulato sul piano emotivo durante i mesi del lockdown, attraverso i linguaggi creativi della musica, dell’arte e del racconto.

Ci si è resi conto che fare scuola online permette di raggiungere anche chi, per questioni di lontananza, non avrebbero potuto partecipare agli incontri in presenza.  È questo il caso di Ritika che si connette dalla sua casa di Vestenanova, nell’alta Val d’Alpone, e di Islem, studentessa di 15 anni, che pur essendo tornata in Marocco per le vacanze estive non ha voluto rinunciare alle lezioni. “Se tracciassi una linea che collega tra loro tutti i ragazzi della mia classe, sarebbe una linea lunga molti chilometri, un filo invisibile che ci lega e crea relazioni” afferma una delle operatrici.

Lo stesso vantaggio si è prospettato  nella possibilità di invitare nelle classi virtuali ospiti importanti, che si sono connessi da diverse località d’Italia. Tra i numerosi ospiti, personalità del mondo della cultura come il regista Alessandro Anderloni, l’illustratore Alessandro Sanna e i giornalisti Pablo Trincia e Davide Michelis.

È dall’estate del 2000 che in diversi quartieri di Verona e in molti comuni delle province di Verona e Vicenza, più di un migliaio di ragazze e ragazzi figli di famiglie immigrate si recano a scuola nel mese di luglio per imparare la lingua italiana in modo piacevole e socializzante. Si tratta di uno dei diversi progetti educativi che il Cestim, Centro Studi Immigrazione di Verona, realizza dal 1998 in sinergia con le scuole statali, con lo scopo di favorire l’integrazione scolastica degli studenti non italofoni. Nato come corso di lingua limitato alla città di Verona, anno dopo anno il progetto dei Corsi Estivi Cestim ha coinvolto sempre più ragazzi, scuole e operatori, estendendosi fino alla provincia di Vicenza. Il progetto si rivolge ad alunni della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado e offre l’opportunità di imparare l’italiano ex novo o perfezionarne e arricchirne la conoscenza e l’uso. Per questi alunni, spesso penalizzati nel successo scolastico a causa della mancata o poco approfondita competenza nella lingua italiana, le vacanze estive rappresentano un’opportunità formativa importante ai fini di una buona e più rapida integrazione scolastica. Da qui il nome del progetto “PRIMO, IMPARARE BENE LA LINGUA!”, inteso non solo come requisito essenziale per il successo in ambito scolastico, ma anche per l’inclusione nella vita quotidiana del territorio. Il Progetto, è interamente finanziato dalla Fondazione San Zeno.

 Cestim – Centro Studi Immigrazione

Il Cestim, Cestim Centro Studi Immigrazione, è un’associazione no profit nata a Verona nel 1990 come associazione di operatori sociali e culturali che si occupano a vario titolo dell’integrazione degli immigrati in ambiti diversi. Cestim Verona svolge attività di documentazione e divulgazione sui fenomeni migratori e dal 1998 porta avanti, in partenariato con oltre 70 direzioni scolastiche di Verona e provincia e la rete Tante Tinte, progetti mirati al superamento dello svantaggio linguistico degli alunni figli di immigrati (www.cestim.it)

Fondazione San Zeno

Fondazione San Zeno è una fondazione di erogazione che destina contributi a enti e associazioni che intraprendono progetti di scolarizzazione, formazione umana e professionale, lavoro in Europa, Asia, Africa e America Latina, attiva dal 1999. Obiettivo e desiderio di Fondazione San Zeno è quello di essere promotrice di un cambiamento, reale e condiviso, offrendo opportunità concrete che migliorino la qualità dello studio, creino occasioni di formazione e possibilità di intraprendere un’attività lavorativa.

G R

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui