Verona: inaugurato servizio di telemedicina e diabete del bambino e dell’adolescente.

Verona: inaugurato servizio di telemedicina e diabete del bambino e dell’adolescente.

E’ stato inaugurato il primo servizio in Italia di telemedicina dedicato ai bambini e adolescenti con diabete e alle loro famiglie. Un team di specialisti consultabile da tutta Italia.

Tale servizio è stato realizzato grazie a:

  • Regione Veneto
  • Università di Verona
  • Azienda Ospedaliera Universitaria integrata
  • Associazioni di famiglie di bambini e ragazzi con diabete

La sua  sede si trova nel Centro Regionale di Diabetologia Pediatrica all’ interno dell’ Ospedale della Donna e del Bambino di Verona.

La televisita non ha lo scopo di sostituire la visita in presenza dei pazienti. Lo scopo è  quello di integrarla favorendo così il percorso di cura e aderenza alla terapia. Si riducono così le difficoltà legate alla distanza e ai tempi di spostamento delle famiglie.Tanto importante soprattutto in questa situazione di pandemia Covid-19.

Come spiega Claudio Maffeis, direttore del Centro Regionale e professore del dipartimento di Scienze chirurgiche, odontostomatologiche e materno infantili dell’ateneo :

 “L’obiettivo è offrire attività di educazione terapeutica all’ autogestione della malattia. Nonchè supporto nutrizionale e psicologico, a tutte le famiglie impegnate quotidianamente nel difficile compito di gestire il diabete.”

Aggiunge Alberto Sabbion, coordinatore del servizio di telemedicina :

“L’aspetto innovativo è dato dalla possibilità offerta all’ utente di fruire a distanza della consulenza di un team multidisciplinare.Team composto da, pediatra, dietista, psicologo e infermiere specializzato nel diabete in età pediatrica”.

Pier Francesco Nocini, Rettore dell’Università di Verona rileva che :

“Questa iniziativa costituisce un  esempio  dell’ottimo rapporto di collaborazione e integrazione tra Università e Azienda Ospedaliera”.

Mentre Francesco Cobello, Commissario dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona:

“ i genitori potranno prenotare con impegnativa del proprio medico, una televisita o prendere parte ad incontri di formazione di gruppo in videoconferenza”.

Infine i rappresentanti delle Associazioni dei pazienti affermano che:

“La telemedicina con i corsi di formazione rivolti agli operatori della scuola, alle società sportive e a tutti gli educatori ai quali sono affidati , può favorire un miglior inserimento nel contesto sociale del bambino con diabete. ”.

Per maggiori informazioni e prenotazioni visitare il sito web: www.diapedverona.it

G R

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui