Confronto, analisi e riflessione sui giovani a Verona che saranno il nostro futuro

    A Verona ci sarà un convegno organizzato dall’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi in concomitanza con gli Assessori alle Politiche Sociali e alle Politiche Giovanili, oltre che la Camera Penale Minorile. Previste anche tavole rotonde con specialisti ed esperti. Ass. Zivelonghi: “Affrontiamo il tema in modo corale”.
    I giovani saranno il nostro futuro ma spesso loro non riescono a immaginarselo. Ci sono contesti dove sembra sia stata sottratta loro la speranza. Lo dimostra il dilagare di fenomeni di malessere addirittura esasperato e di disagio. E su questo vuole indagare l’Amministrazione comunale veronese, a cui il tema dei giovani è particolarmente caro per garantire prospettive adeguate. Tanto che il Comune, assieme alla Camera Minorile di Verona e all’Unione nazionale delle Camere minorili, ha organizzato una giornata di confronto, analisi e riflessione a cui interverranno rappresentanti di comunità educative, istituzioni ed esperti. Si discuterà delle forme di disagio e malessere dell’età evolutiva, di come alcuni comportamenti possono sfociare in reato e delle loro ricadute a livello sociale. Obiettivo, trarre quanti più spunti possibili per avviare strategie e interventi di prevenzione.
    L’appuntamento è in Gran Guardia per il 16 novembre, quattro le tavole rotonde in cui si confronteranno rappresentanti delle Istituzioni, dalla scuola alla diocesi, dalla Camera minorile di Verona alla Questura. Importanti saranno anche i contributi di medici specialisti i quali seguono i giovani in alcune patologie specifiche, così come il confronto con città vicine, come Milano e Genova.
    La volontà è quella di affrontare l’argomento in modo corale – ha affermato l’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi-. Con questa giornata di studio e confronto abbiamo chiamato a raccolta istituzioni e realtà che a vario titolo affrontano le problematiche del disagio e della devianza giovanile. Crediamo che il confronto, anche con le esperienze di altre città, sia utile per trarre spunti interessanti per pianificare strategie ed interventi di prevenzione efficaci”.
    Il programma dettagliato sarà fornito nella conferenza stampa in programma lunedì 14 novembre nel municipio di Verona.
    L C