“Verona 2022” : benessere della persona e rigenerazione urbana.

“Verona 2022” : benessere della persona e rigenerazione urbana.

Palazzo Bocca Trezza  apre al pubblico, per la prima volta, ospitando il secondo appuntamento di presentazione del dossier “VERONA 2022. La Cultura apre nuovi mondi”. Mercoledì 16 settembre, alle ore 18, nuovo incontro per illustrare alla cittadinanza altri due capitoli del progetto depositato a fine luglio dall’ Amministrazione comunale.Verranno, quindi, presentati progetti dedicati alla persona e alla cura, alla costruzione di comunità e alla rigenerazione urbana.

Al centro dell’incontro, quindi i capitoli:

“Human Culture-La persona e la cura” come:

 l’ ArTherapy,  iniziative che mettono l’arte e la cultura al centro della realtà ospedaliera. Da documentare, così, le influenze artistiche nelle terapie e il tema internazionale delle architetture curanti.

le lettere a Giulietta, donne che da tutto il mondo scrivono sull’ amore, su le discriminazioni di genere o la violenza in tutte le sue forme.

 ‘Verona Minor Hierusalem’, con la sua proposta di un nuovo modello di volontariato culturale, studiato come strumento per il benessere personale e sociale. Una buona pratica nazionale del moderno welfare culturale.

“Community building – Rigenerare una città” come:

 le iniziative 2022 dell’Arsenale, esempio di rilevanza europea di rigenerazione urbana. Ma anche progetti speciali realizzati in collaborazione con il Tocatì. Come il primo Parco d’Italia dedicato ai Giochi e agli Sport tradizionali e il Parco Culturale Urbano.

L’assessore alla Pianificazione urbanistica  afferma che:

“Un’opportunità anche per entrare, per la prima volta, in quelli che saranno i prossimi cantieri cittadini . Siti che saranno oggetto della rigenerazione urbana e che cambieranno il volto di Verona. Per questo dopo l’incontro all’ex Caserma Santa Caterina, abbiamo scelto Palazzo Bocca Trezza per questo secondo appuntamento”.

Mentre l’assessore alla Cultura spiega che :

“Un altro appuntamento per scoprire, passo dopo passo, il corposo dossier depositato a fine luglio per la candidatura di Verona a Capitale italiana della Cultura 2022. L’invito è rivolto a tutta la città. I veronesi, grazie a questi incontri, potranno scoprire progetti e iniziative, così come incontrare istituzioni. Ma anche enti e realtà che hanno contribuito a questo percorso, mettendo insieme idee e competenze per il futuro di Verona”.

G R

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui