Comunione di intenti tra università:Verona – Padova

Durante l'incontro è stato messo in evidenza come gli ospedali di Verona e Padova,centri di eccellenza per la salute dei cittadini,siano un luogo di formazione ambito da studenti provenienti da tutte le regioni italiane

Nelle ore pomeridiane del 30 ottobre c’è stato un incontro, al Policlinico di Borgo Roma,tra il Magnifico rettore di Verona Pier Francesco Nocini e il Magnifico rettore di Padova Rosario Rizzuti, alla presenza del direttore generale dell’azienda ospedaliera università integrata, Francesco Cobello per visitare il Crc (centro di ricerche cliniche).

Fondato nel 2005 il centro è gestito dall’azienda università integrata di Verona e l’ateneo scaligero con l’obiettivo di assistere nella fase iniziale i centri di ricerca e sviluppo di nuovi farmaci, in collaborazione con le industrie farmaceutiche.

Durante l’incontro è stato messo in evidenza come gli ospedali di Verona e Padova,centri di eccellenza per la salute dei cittadini, siano un luogo di formazione ambito da studenti provenienti da tutte le regioni italiane.La comunione di intenti tra i due atenei è quello di aumentare  le borse regionali, per sopperire alla mancanza di medici,per la formazione degli specializandi.

Tale percorso era stato già tracciato durante l’incontro del 22 ottobre con il presidente della Regione Luca Zaia.”Ci auguriamo che la collaborazione venga rafforzata e perseguita nel tempo”è stata l’affermazione di Cobello alla conclusione dell’incontro.

G.R.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui