Verona non supera la selezione del bando “Italia City Branding 2020”.

Verona non supera la selezione del bando “Italia City Branding 2020”

“Avremmo potuto non partecipare e nessuno avrebbe avuto da ridire.Ma nonostante sapessimo già che le possibilità di essere selezionati erano minime, abbiamo voluto lo stesso provarci.  Far vedere che a Verona l’urbanistica sta galoppando e guarda al futuro, alla sostenibilità e alla rigenerazione degli spazi abbandonati. Con un’attenzione particolare all’ambiente e alla mobilità sostenibile. Tutti i masterplan a cui stiamo lavorando adesso serviranno anche ad avere progetti sempre pronti nel cassetto, materiale disponibile nel caso in cui si aprano concorsi e bandi”.

Cos’è il progetto Parco lineare:

Il progetto Parco lineare prevede una pista ciclo-pedonale immersa nel verde. Sei minuti a piedi tra la stazione di Porta Nuova e stradone Santa Lucia. Esattamente 475 metri in linea d’aria e 12 mila e 500 metri quadri di verde. Con 320 nuovi alberi. Di ispirazione internazionale, il nuovo collegamento verde affiancava anche il Central Park, portando i visitatori dai binari del treno direttamente in fiera. Il percorso pedonale e ciclabile, infatti, una volta giunto a stradone Santa Lucia passava anche dall’ex Manifattura Tabacchi. In tutta sicurezza, ma non solo. Perché gli spostamenti previsti diventavano anche piacevoli, in mezzo al verde, ed ecologici. Nel progetto, infatti, erano previsti anche dei parcheggi per le bici, aree di sosta, asfalto colorato, alberi ad alto fusto e arredo urbano, con panchine e cestini.

G R

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui