Casali nuovo presidente di Agsm, la nuova multiutility targata Verona-Vicenza.

Gasparato: “Scelta di prestigio e spessore. Pochi a Verona con il suo curriculum”.

Un cambiamento epocale la fusione che vede protagonista Verona e Vicenza e di grande impatto su tutta la popolazione delle due città e non solo. Con queste premesse la decisione di chi guiderà la “nuova” AGSM è stata accolta con grande fermento da tutto il mondo amministrativo, politico e sociale di entrambe le città venete. Ma il perché della scelta, secondo il proprio punto di vista, e la descrizione di chi guiderà il nuovo “colosso” dell’energia, lo lasciamo alle parole di Matteo Gasparato, Presidente del Consorzio Zai, nonché del movimento Verona Domani di cui è cofondatore unitamente all’Avv. Stefano Casali, in una dichiarazione giunta in redazione.

“Una scelta dettata da criteri basati su competenza, professionalità, su una ventennale esperienza politica ed amministrativa, su onestà e trasparenza. Un plauso al sindaco Federico Sboarina per una nomina di prestigio e spessore che arricchisce la città di Verona di una guida che saprà portare la storica realtà industriale scaligera a traguardi importanti e prestigiosi mai raggiunti prima”. 

Non nasconde la propria soddisfazione il presidente del movimento civico Verona Domani Matteo Gasparato per la nomina del nuovo presidente di Agsm-Aim, Stefano Casali. L’ex vicesindaco di Verona e consigliere regionale guiderà per i prossimi 3 anni il nuovo soggetto a capitale interamente pubblico nato dalla fusione tra le 2 utilities di Verona e Vicenza. 

“Una nomina che mi rende particolarmente orgoglioso, in quanto Casali rappresenta uno storico pilastro di Verona Domani. Un amico con la quale ho condiviso anni di battaglie e percorsi politici. Pochi a Verona possono vantare un curriculum simile al suo, il sindaco ha quindi operato una scelta ineccepibile all’insegna della professionalità e delle capacità di Casali. Doti sempre dimostrate nelle varie esperienze amministrative, dal Consiglio e Giunta Comunale, a quello regionale, senza dimenticare il suo percorso professionale di avvocato. Una scelta che premia la vicinanza e la conoscenza del territorio scaligero, un caposaldo proprio di Verona Domani. La nostra città potrà adesso, con la guida di Casali e con l’esperienza manageriale di altissimo livello del consigliere delegato Gaetano Quaglino, giocare un ruolo primario e di leadership nel settore delle multiutility nazionali. Il raggiungimento di una più significativa massa critica permetterà al nuovo gruppo di realizzare investimenti 3 volte superiori a quelli attuali con benefici diretti per i territori ed il livello del servizio offerto. Ringrazio, oltre che Sboarina, al quale va il riconoscimento di aver concretizzato con lungimiranza ed oculatezza, a differenza delle precedenti amministrazioni, questa straordinaria operazione, anche il vicepresidente di Agsm Mirco Caliari. Grazie anche a lui questo traguardo è diventato realtà. Anche quando la società di lungadige Galtarossa ha attraversato momenti difficili ed incerti la sua decennale esperienza è stata di fondamentale importanza nel raggiungimento degli obiettivi della società. Siamo certi che Casali – conclude Gasparato – saprà coordinare e guidare le varie realtà industriali e manageriali all’insegna della sinergia e della collaborazione costante, grazie ad un confronto fattivo tra i vari livelli istituzionali nell’interesse delle collettività dei 2 capoluoghi”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui