La Regione emana due bandi in aiuto di famiglie fragili e assegno neonatale.

La Regione emana due bandi in aiuto di famiglie fragili e assegno neonatale.

 Le famiglie fragili, destinatarie del sostegno regionale sono :

  •  con figli minorenni rimasti orfani di uno o entrambi i genitori, in situazione di difficoltà economica. E’ previsto un intervento di 1.000 euro per ciascun figlio minorenne
  •  monoparentali, con genitori separati o divorziati in situazione di difficoltà economica. E’ previsto un intervento di natura forfettaria di 1.000 euro per ciascun nucleo, finalizzato a concorrere al finanziamento delle spese sanitarie e di locazione e per l’erogazione di servizi educativi e scolastici
  •  con parti trigemellari, e famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro. Due tipologie di contributo: 900 euro per ogni parto trigemellare (i tre figli nati da tale evento devono essere minori); 125 euro per ciascun figlio minore per le famiglie numerose con 4 o più figli
  • in difficoltà economiche e famiglie numerose con minori impegnati nella pratica motoria. E’ previsto un intervento di 75 euro per ciascun figlio minore impegnato nella pratica motoria all’interno delle associazioni e delle società sportive riconosciute dal Coni, dalle Federazioni e dagli Enti di promozione sportiva, al fine di incentivare i percorsi sportivi dei figli
  • il contributo per la pratica motoria può essere richiesto anche da famiglie in difficoltà con minori rimasti orfani, monoparentali con genitori separati o divorziati, numerose o con parti trigemellari

Per questa tipologia di intervento l’Isee del nucleo famigliare richiedente non deve superare i 20 mila euro

I destinatari dell’ assegno neonatale sono i nuclei familiari di bambini nati dal 19 agosto fino al 31 dicembre 2020. L’assegno può essere richiesto fino al compimento del 12° mese di vita del neonato.
E’ previsto un intervento pari a:

  •  1.000 euro per ciascun neonato (per fratelli gemelli è necessario presentare domanda per ognuno), da richiedere una sola volta entro il compimento del 12° mese di vita
  •  2.000 euro per ciascun nascituro o neonato/a, da richiedere una sola volta entro il compimento del 12° mese di vita, qualora il nucleo familiare della persona richiedente comprenda uno o più minori di massimo 6 anni di età, riconosciuto disabile grave

Per l’assegno parentale è richiesto un Isee inferiore a 40 mila euro.

Per entrambi i bandi regionali, a partire dal 30 novembre 2020 e fino alle ore 13 del 15 gennaio 2021, è possibile presentare la domanda al Comune di Verona con l’invio tramite:

  • pec all’indirizzo servizi.sociali@pec.comune.verona.it
  • raccomandata con ricevuta di ritorno intestata a Comune di Verona – Servizi Sociali, Vicolo S. Domenico, n. 13/b, 37122.
  • consegnata anche a mano agli uffici del Comune di Verona – Servizi Sociali, in vicolo S. Domenico n. 13/b, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13; il martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 14 alle 17.

Per maggiori informazioni :
numero verde 800085570, sportello Integrato Informativo del Sociale

 http://www.regione.veneto.it/web/sociale/famiglia-minori-giovani-serviziocivile

 sul sito del Comune di Verona www.comune.verona.it
nei Centri Sociali Territoriali

G R

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui