Intervista a Giovanni Mattarello Gruppo Ass. Naz. Carabinieri Lago di Garda.

Buogiorno sign. Giovanni, chi è il presidente del Gruppo di Volontariato ANC Lago di Garda (VR) e dove ha sede l’associazione?

R: Il Presidente è Zantedeschi Giuseppe dal quale ho avuto la delega a rilasciare l’intervista e la sede della nostra associazione è Via Marzan N.26 Cisano di Bardolino (VR)

Da quando la vostra associazione è operativa?

R: Nell’anno 2006,  su iniziativa della Sezione ANC di Bardolino,  nasce  il gruppo di fatto di volontariato Carabinieri  (gruppo che inizialmente comprende alcuni soci delle Sezioni ANC di Bardolino, Peschiera del Garda e Valeggio sul Mincio). Il gruppo composto da una decina  di unità,  inizia la propria attività svolgendo compiti di ausilio e assistenza in occasione di gare ciclistiche e podistiche, manifestazioni pubbliche, fiere ed eventi canori e nel corso dei servizi fornisce un tangibile ausilio alle Forze di Polizia. Fin dall’inizio l’iniziativa riscuote  molti consensi sia tra gli amministratori sia tra la popolazione. In virtù del consenso ottenuto nel corso degli anni, il Gruppo aumenta di numero e la sua presenza viene richiesta da molte altre Amministrazioni Comunali ed Enti Scolastici  tanto che nel dicembre 2010  si dota di un proprio statuto e il gruppo viene ufficialmente formalizzato con la definitiva denominazione: “Gruppo di Volontariato ANC Lago di Garda”.  Per la maggiore  parte è composto da persone che hanno prestato servizio – a vario titolo – nell’Arma dei Carabinieri e sono iscritti alle Sezioni ANC di Bardolino, Peschiera del Garda, Valeggio sul Mincio e Pastrengo. Attualmente il Gruppo conta 44 volontari tra i quali anche 7 donne. Tutti i volontari sono molto motivati e prestano la loro opera gratuitamente, traendo da questa esperienza arricchimento sia sul piano interiore  sia sul piano relazionale. I volontari sono dotati di uniforme, apparecchio radio per i collegamenti tra loro e i loro referenti e quando  operano,  sono tutelati da regolare copertura  assicurativa. Agiscono coordinati da  Agenti della Polizia Locale e/o delle Forze dell’Ordine in generale che assegnano loro i vari compiti .  Ogni loro impiego, previa richiesta da parte delle varie Amministrazioni Comunali  o  Comandi di Polizia Locale dei Comuni di competenza (Da Valeggio sul Mincio, Peschiera, Castelnuovo del Garda, Lazise, Bardolino, Garda, Pastrengo, Caprino Veronese e altri Comuni limitrofi), viene preventivamente concordato e attivato dal Presidente del Gruppo il quale, raccolte le adesioni da parte dei volontari, dopo aver valutato l’esistenza di tutti i presupposti di regolarità  e sicurezza, dispone il numero e i nominativi da impiegare con il relativo responsabile di riferimento.

 

 

Cosa vi ha spinto a creare questa associazione?

R: La decisione di creare il gruppo di volontariato nasce dal desiderio di mettere a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per la comunità di appartenenza operando in modo libero e gratuito con il fine di  contribuire a rendere un servizio utile alla collettività. Sul territorio, la presenza dei volontari in uniforme con le insegne dell’Associazione Nazionale Carabinieri oltre ad essere un vero e proprio deterrente per malintenzionati  svolge anche un servizio di osservazione e segnalazione nei principali centri cittadini, difesa dell’ambiente, assistenza nei musei, assistenza anziani, persone in stato di bisogno, minori,  assistenza all’esterno delle scuole, assistenza in occasione di feste, fiere, cerimonie religiose e civili ed altro. Il senso di gratitudine manifestato dalle persone e dagli stessi  pubblici amministratori nei nostri confronti è la principale riconoscenza che ci stimola a dare sempre di più alla collettività.

Quali iniziative state portando avanti e quali prevedete per il futuro?

R: Con il riordino del terzo settore e relative modifiche introdotte dalla nuova normativa che prevede un sostanziale riordino delle varie associazioni è nostro intento valorizzare ancor più le finalità del nostro servizio di volontariato. A tal proposito e in relazione alla trasformazione sociale in atto, allo scopo di adeguarci a tali mutamenti,  è in previsione una più accurata formazione del personale con partecipazione a specifici corsi di aggiornamento, incremento nella proiezione dei servizi esterni in ausilio al personale della Polizia Locale,  con interventi di osservazione e segnalazione nei luoghi dove sono comunicate situazioni di criticità, abbandono e degrado al fine di monitorare eventuali violazioni delle leggi e segnalare tempestivamente agli organi competenti ogni illecito.

 Quali sono i vostri obiettivi?

R: I principali obiettivi sono rivolti alla possibilità di fornire maggiore collaborazione alle amministrazioni locali e ai loro rispettivi organi di polizia per concorrere nella tutela e salvaguardia del patrimonio pubblico e privato, convinti che il nostro personale impegno nei vari servizi di volontariato, mediante l’osservazione e il monitoraggio del territorio e delle realtà ritenuto più critiche,  possa contribuire a garantire maggiore sicurezza e rispetto dei diritti.

Con le altre associazioni riuscite ad essere in sinergia?

R: Uno dei principali presupposti per poter espletare al meglio il servizio di volontariato è sicuramente quello di essere in ottimi rapporti con tutte le associazioni che operano sul territorio. Al riguardo, nel corso degli anni si sono sviluppati veri e propri  rapporti di amicizia e stretta collaborazione con la partecipazione reciproca a momenti di ritrovo e conviviali.

 

Vuole dichiarare qualcosa ai nostri lettori?

R: Il  servizio di  volontariato nell’Associazione Nazionale Carabinieri è azione gratuita  e scuola di solidarietà in quanto, con le esperienze maturate dai vari componenti,  contribuisce alla salvaguardia del patrimonio pubblico e privato. Propone a tutti di farsi carico, ciascuno per le proprie competenze, tanto dei problemi locali  quanto di quelli globali e, attraverso la partecipazione, di portare  un contributo di cambiamento sociale. In tale modo il nostro  volontario  produce legami, beni relazionali, rapporti fiduciari e cooperazione tra soggetti e organizzazioni concorrendo ad accrescere  e valorizzare  il capitale sociale del contesto in cui opera testimoniando con l’impegno e la dedizione del proprio servizio. Per quanto mi riguarda, essere volontario dell’Associazione Nazionale Carabinieri, dopo quarant’anni di servizio attivo prestato nell’Arma dei Carabinieri, mi onora e gratifica e mi fa sentire ancora utile alla società.

(Nel corso dell’anno 2018 il Gruppo di Volontariato ha impegnato 860 volontari per un totale di 4.055 ore di attività).

Per informazioni: giovannimattarello@gmail.com

Grazie mille per la cortese collaborazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui