Al bastione San Francesco demolizioni in atto degli edifici abusivi.

Al bastione San Francesco demolizioni in atto degli edifici abusivi.

Nell’area a ridosso del bastione San Francesco, dove dal dopoguerra in poi sono stati costruiti numerosi edifici abusivi, le ruspe sono tornate al lavoro. Verranno abbattute tutte le strutture irregolari per valorizzare la cinta magistrale e completare così il trasferimento dell’area dal Demanio al Comune.

La riqualificazione è un passaggio fondamentale non solo per restituire decoro alla zona, ma anche per proseguire l’iter tra le Istituzioni. L’accordo sottoscritto nel 2012, prevedeva infatti che il passaggio del compendio Cinta magistrale fosse subordinato all’eliminazione dei fabbricati abusivi esistenti.

Il recupero dell’area viene fatto soprattutto per riportare allo splendore originario una parte importante della Cinta magistrale, sino ad oggi poco visibile e soprattutto non fruibile dalla cittadinanza, proprio a causa dell’abusivismo. Le demolizioni interesseranno anche lo spazio interno e lungo il fiume.

Come ha specificato l’ assessore  Zanotto:

“Una dopo l’altra tutte le strutture abusive verranno abbattute, per tutelare e valorizzare il nostro patrimonio Unesco ma anche per mettere in sicurezza l’area . Per decenni questo bastione è stata oggetto di abusivismo , di degrado e abbandono. In questo modo restituiremo alla città un importante spazio di pregio storico, a ridosso del centro ”.

 Anche l’ assessore Toffali ha precisato che:

“Le mura sono uno dei gioielli della nostra città, ci siamo prefissati di riqualificarle e farle riscoprire ai veronesi perché patrimonio dell’Umanità. Ecco perché abbiamo deciso di sostenere il costo dei lavori di demolizione e bonifica dell’area, ponendo fine al degrado e all’abusivismo che per troppi anni hanno impedito la riqualificazione di questo bastione e, di conseguenza, rallentato il passaggio dal Demanio al Comune”.

G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui