Come conoscere la Storia e la Geografia di Villafranca attraverso la toponomastica.

Come conoscere la Storia e la Geografia di Villafranca attraverso la toponomastica.

 Con grande entusiasmo l’assessore Anna Lisa Tiberio del Comune di Villafranca di Verona ha progettato con le insegnanti coordinatrici e sostenuto il  Progetto innovativo che porterà gradualmente tutti gli studenti del territorio a conoscere la  Storia e la Geografia nazionale ed internazionale attraverso la toponomastica del Comune di Villafranca di Verona.

La professoressa Alessandra Adami  dell’Istituto Bolisani di Villafranca di Verona portando i saluti del Dirigente scolastico Santillo evidenzia   che  il progetto si svilupperà quale naturale ampliamento del già noto “Racconta Villafranca” iniziato nel 2014-2015, grazie al finanziamento ricevuto dalla Regione Veneto con il bando “Fotogrammi Veneti”, e poi proseguito negli anni più recenti in Convenzione con il Comune di Villafranca di Verona.

La finalità è quella di far conoscere agli studenti delle classi quarte dell’Istituto “Bolisani”  la storia e la geografia del territorio di appartenenza, attraverso lo studio non convenzionale dei fatti storici e dei cittadini illustri che vi hanno preso parte, partendo dalla toponomastica della cittadina scaligera.

Il metodo è quello della didattica per competenze, un modo di “fare scuola” che consente a tutti gli studenti di imparare in modo significativo, autonomo e responsabile. Di essere protagonisti del proprio sapere, di fare ricerca, di fare ipotesi, di collaborare, di affrontare e risolvere problemi insieme.

Il lavoro in classe è incentrato sull’esperienza, contestualizzata nella realtà, ed è sviluppato, in modo particolare, attraverso l’attuazione di compiti significativi.

Nello specifico, si tratterà di partire dalla lettura delle principali vie e piazze di Villafranca, per porsi quindi delle domande sui personaggi o sui luoghi a cui sono state dedicate.

Attraverso la domanda, che parte da un contesto di senso, conosciuto e vissuto dagli studenti, si aggancia l’interesse, la curiosità degli stessi. A questo punto, inizieranno un lavoro di ricerca-studio che li condurrà a documentarsi e ad acquisire conoscenze sulla storia passata di Villafranca e dei suoi protagonisti.

Gli studenti, nel loro percorso di ricerca, potranno scoprire anche altri cittadini villafranchesi che si sono distinti nel passato e a cui non è stata dedicata alcuna via. Inoltre, spostando l’attenzione sulla parità di genere, gli alunni saranno guidati a chiedersi come mai vie e piazze siano quasi tutte intitolate a uomini e non a donne che pure si sono distinte per i loro meriti.

Questo ulteriore stimolo li porterà a selezionare alcune figure femminili, soprattutto di Villafranca, significative per i loro studi, i loro talenti, le loro imprese a cui dedicare una nuova via o piazza o un parco comunale. Questa attività intende quindi concludersi con ben due traguardi o compiti di realtà:

  1. Gli studenti saranno invitati a rielaborare le conoscenze in modo creativo, preparando una presentazione multimediale e/o una visita guidata da proporre a compagni, genitori e cittadini e, come da tradizione con “Racconta Villafranca”, agli alunni del terzo anno della scuola secondaria di primo grado.
  2. Gli studenti scriveranno una lettera indirizzata al Sindaco per richiedere l’intitolazione di spazi pubblici a donne e uomini che si sono distinti nella storia villafranchese.

Questo nuovo percorso progettuale potrà essere sviluppato nel prossimo anno scolastico 2021/2022, dopo aver ricevuto l’approvazione dei soggetti istituzionali coinvolti. Il corrente a.s. vedrà invece la realizzazione del video di un tour guidato di Villafranca, come da progetto già presentato ed approvato.

 Molto soddisfatto per l’idea progettuale il professore  Giuseppe Venturini che ha portato i saluti del Dirigente dell’Ufficio Scolastico di Verona Albino Barresi.

 “  Un progetto facilmente replicabile che  diventerà buona prassi metodologica per tutte le scuole italiane grazie ai referenti del MIUR. Riscriveremo le guide che andranno a valorizzare uomini e donne, città e luoghi ampliando le conoscenze dei nostri studenti con lo sviluppo del senso strategico cognitivo della ricerca” afferma l’Assessore Anna Lisa Tiberio.

G.R.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui