Castelnuovo: Giorno del Ricordo, in memoria delle Foibe.

Con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, il Parlamento italiano ha ufficialmente riconosciuto il 10 febbraio quale “Giorno del Ricordo”, con l’obiettivo di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra della più complessa vicenda del confine orientale.

Ogni anno, quindi, il 10 febbraio in Italia si rende omaggio alle decine di migliaia di italiani uccisi durante i massacri delle Foibe con eventi, manifestazioni dibattiti e riflessioni.

Così per non dimenticare questa triste occasione, anche l’Amministrazione comunale di Castelnuovo del Garda promuove non per il 10 ma per il 15 febbraio, alle 20.30, nella sala civica Libertà, l’incontro , ad ingresso libero , dal titolo emblematico “La storia dimenticata dei confini orientali d’Italia”.

In apertura i saluti del sindaco e dell’assessore alla Cultura e Istruzione, poi   Gian Paolo Sardos Albertini, presidente del Comitato per i martiri delle foibe, introdurrà la toccante testimonianza di Tullia Manzin, esule istriana.

“Ritengo importante proporre una riflessione su una delle pagine più dolorose della storia del nostro Paese che solo recentemente ha trovato giusto e doveroso riconoscimento da parte delle istituzioni” precisa l’assessore alla Cultura e Istruzione.

“È solo da 16 anni a questa parte che il nostro Paese commemora ufficialmente i terribili avvenimenti occorsi a migliaia di nostri connazionali , afferma il sindaco . Questa vuol essere l’occasione per ribadire l’importanza della cultura della memoria, sulla quale abbiamo una grande responsabilità nei confronti delle nuove generazioni”.

Cosa sono le Foibe:

Si chiamano foibe le cavità naturali, profonde anche centinaia di metri, che esistono nella regione del Carso ,altopiano roccioso che si estende a cavallo del Friuli-Venezia -Giulia,la Slovenia e Croazia. Lì, a partire dal crollo del regime fascista nel 1943, furono compiuti massacri contro la popolazione italiana che viveva in Istria e in Dalmazia (due zone del Friuli Venezia Giulia),  torturata , gettata in queste fosse naturali chiamate foibe .

G R

fonte:https://www.focusjunior.it/scuola/storia/giorno-del-ricordo-che-cosa-sono-le-foibe/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui