Dall’aeroporto di Verona prendere il “volo” è più facile per i passeggeri con autismo.

Sono sempre più numerosi gli aeroporti che aderiscono al progetto “Autismo: in viaggio attraverso l’aeroporto”, un’idea promossa dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) con lo scopo di rendere più confortevole il viaggio in aereo delle persone autistiche , le quali non tollerano gli stimoli intensi come i rumori e le luci forti e non si sentono a proprio agio nelle situazioni che non conoscono . Compiere un viaggio in aereo può rappresentare un’esperienza molto difficoltosa, guidarle e facilitarne gli spostamenti è un compito delicato, che necessita di servizi dedicati e di personale adeguatamente preparato.

Così in Veneto oltre Venezia , anche l’ Aeroporto Valerio Catullo di Verona ed ENAC, hanno presentato  il progetto “Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto” ideato con la collaborazione di Assaeroporti, le associazioni di settore e le società di gestione aeroportuale ed è dedicato ai passeggeri con autismo e alle  famiglie, offrendo loro un’assistenza adeguata  per affrontare serenamente il  viaggio.

Gli strumenti e i servizi offerti in base alle linee guida del progetto sono:

  • brochure informativa “Autismo – In viaggio attraverso l’aeroporto” scaricabile dal sito aeroportoverona.it , fornisce semplici raccomandazioni e strategie rivolte agli accompagnatori per aiutare bambini e adulti autistici ad accettare serenamente il loro percorso di viaggio;
  • possibilità di conoscere in anticipo gli ambienti del terminal attraverso brevi descrizioni e immagini che mostrano gli spazi interni ed esterni dello scalo (disponibili sul sito);
  • possibilità di effettuare una visita preparatoria al viaggio, contattando il Servizio PRM al seguente indirizzo: servizioprm@aeroportoverona.it

Alla conferenza stampa sono intervenuti il Vice Direttore Centrale Economia e Vigilanza Aeroporti ENAC, Giovanna Laschena, il Direttore Commerciale Non Aviation del Gruppo Save, Andrea Geretto, il Post Holder Terminal Catullo SpA, Pierluigi Saiu, il Presidente Associazione Ants Onlus per l’Autismo, Federica Costa, il Presidente Associazione Opero Silente, Riccardo Lupo.

L’Assessore alle Attività economiche e produttive, Commercio, Arredo urbano del Comune di Verona, Nicolò Zavarise è intervenuto con parole di apprezzamento per il progetto, espressione di collaborazione tra Enti del territorio.

  • Associazione Ants Onlus per l’Autismo

Nasce nel 2008 per volontà di un gruppo di genitori di ragazzi autistici. La finalità dell’Associazione è quella di supportare e formare sin dalla diagnosi della sindrome le famiglie, creando una visione nuova sulle caratteristiche dell’Autismo e di promuovere una competenza nell’ambito psico-educativo attiva e partecipata di tutte le persone che ruotano attorno alla vita della persona con autismo: la famiglia, la scuola con insegnanti e compagni di classe, gli operatori, l’intera società.

  • Associazione di Volontariato Opero Silente

Nasce nell’autunno del 2003 a Villafranca di Verona e opera sulla quasi totalità della provincia a sud di Verona e nella parte orientale del Lago di Garda. Scopo principale dell’Associazione è quella di offrire servizi utili agli utenti diversamente abili dei Centri Diurni e ad affiancare le istituzioni nell’obiettivo di creare una società il più possibile inclusiva ed emozionalmente equilibrata, attraverso varie attività.

G R

fonte:http://mobilita.org/2020/02/13/laeroporto-di-verona-aderisce-al-progetto-enac-autismo-in-viaggio-attraverso-laeroporto/

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui