Nel quartiere Veronetta è di scena la “Verona beat”.

Un’occasione anche per festeggiare l’ultimo anno di attività degli Angeli scaligeri

A sostegno dell’attività degli Angeli del Bello va in scena la ‘Verona beat’ e  già non ci sono più posti disponibili.  Giovedì 12 dicembre, al teatro Camploy, lo spettacolo ‘La musica nel cuore’, organizzato dall’associazione culturale Rugantino ha lo scopo di raccogliere fondi per l’associazione che si occupa di ripulire la città dalle scritte e salvaguardare il bene pubblico, permettendo così ai volontari di continuare ad operare sul territorio.

Un’occasione anche per festeggiare l’ultimo anno di attività degli Angeli scaligeri. Non a caso hanno scelto il teatro di Veronetta, quartiere dove sono stati realizzati gli ultimi interventi, dal ripristino delle panchine dei giardini della Giarina alla pulizia dei vasi e delle fioriere di piazza Isolo.

A presentare la serata, che inizierà alle 20.45, saranno Laura Baglieri e Stefano Roncon. Sul palcoscenico anche Roberto Genovesi, Renato dei Kings, Paola Campanile, gli Evergreen e tanti altri artisti.

Lo spettacolo è stato presentato  in municipio dall’assessore al Decentramento Marco Padovani, insieme al consigliere comunale Paola Bressan, al presidente degli Angeli del Bello Stefano Dindo e ai cantanti Marco Attard della Rugantino Band e Roberto Genovesi.

“Una bella iniziativa che ha una duplice valenza – ha detto Padovani -. Il pubblico, infatti, potrà rivivere le più belle canzoni degli anni 60-70 e 80, musiche che hanno contraddistinto un periodo importante dal punto di vista culturale. E allo stesso tempo sostenere l’attività di un’associazione che è diventata parte integrante della vita cittadina”.

“Un grazie a tutti i volontari per il lavoro certosino che fanno – ha concluso Bressan -, ma anche per l’attività di sensibilizzazione che portano avanti nelle scuole per educare al senso civico e al rispetto del bene comune”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui