Verona: costituzione di un Fondo tutelato per sostegno al reddito.

Verona: costituzione di un Fondo tutelato per sostegno al reddito.

Il Comune, insieme alla Diocesi, ha promosso la costituzione di un Fondo tutelato, gestito dalla Fondazione “Beato Giuseppe Tovini”, destinato alla realizzazione di interventi per il sostegno al reddito attraverso forme facilitate di accesso al microcredito.
Tra gli obiettivi vi è anche quello di dare dignità a tutti i cittadini attraverso il lavoro o l’occupazione a servizio della collettività, attivando corsi di formazione ad hoc per ricollocare le persone che hanno perso il lavoro.
Un problema che coinvolge tutto il tessuto sociale, e per affrontare il quale sono già stati avviati progetti e interventi che vedono insieme istituzioni ed enti cittadini.
Di questi si è parlato nel webinar ‘Costruiamo la Verona solidale’ promosso da Cisl Verona a cui oggi ha partecipato in videoconferenza il sindaco Federico Sboarina, insieme al vescovo di Verona monsignor Giuseppe Zenti, al presidente di Confcommercio Paolo Arena e al segretario generale Cisl Verona Gianpaolo Veghini.
Ha detto il sindaco che:
“Il problema occupazionale è una delle principali gravi conseguenze dell’emergenza sanitaria ancora in corso, per far fronte alla quale abbiamo messo in campo una forza senza precedenti . L’istituzione del Fondo tutelato è solo una delle tante azioni avviate, mirate in particolare al ricollocamento lavorativo delle persone che hanno perso il lavoro. La crisi economica legata alla pandemia ha generato il fenomeno delle nuove povertà. Persone che prima arrivavano dignitosamente a fine mese e che all’improvviso non sono più riuscite a procurarsi i beni di prima necessita. Quest’anno il 30 per cento in più di persone ha chiesto aiuto ai nostri Servizi sociali, cittadini per lo più veronesi prima sconosciuti ai nostri servizi. Il Comune si è subito attivato mettendo in campo risorse importanti per dare sostegni concreti, dai Buoni spesa ai contributi per pagare gli affitti. Ora ci attende la seconda ondata dell’emergenza economica e sociale, che probabilmente sarà ancora più drammatica della prima. Non possiamo farci trovare impreparati, questo è il momento di costruire la Verona solidale, a tutti i livelli, dalla singola famiglia alla grande istituzione. Oggi più che mai non può esistere la speculazione”.
G.R.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui