A Verona si prevede un’estate di cultura e intrattenimento.

Come sarà l’estate dei veronesi ai Bastioni? Quest’anno, da Porta Nuova a San Zeno, il Parco delle Mura  potrebbe ospitare, durante la bella stagione, chioschi, giochi per bambini, attività culturali e di intrattenimento.

Negli spazi dell’ex zoo, così come nelle grandi aree verdi, sarà infatti possibile organizzare iniziative all’ aria aperta, garantendo il distanziamento sociale. Una proposta che, questa mattina, l’amministrazione comunale ha sottoposto ai rappresentanti regionali del Demanio, ottenendo la disponibilità. Tutto il Parco delle Mura, infatti, appartiene allo Stato e viene dato in concessione al Comune affinchè lo mantenga pulito e fruibile. Ecco perché, per organizzare attività extra, è necessario il consenso dell’Agenzia statale oltre al parere della Soprintendenza. A breve verrà presentato un progetto dettagliato al Demanio.

“L’idea è quella di sfruttare gli ampi spazi verdi, oggi poco utilizzati perché la concessione che abbiamo non ci permette di svolgere particolari attività al loro interno, e di renderli vivibili e fruibili – ha detto il sindaco Federico Sboarina, in diretta streaming -. Il nostro obiettivo è di partire quest’estate e magari farlo anche nella prossima. Potrebbero trovare collocazione chioschi, attività che diventerebbero anche un presidio per la sicurezza di tutti, così come iniziative culturali e di intrattenimento. Servirà il via libera della Soprintendenza, ma vista l’eccezionalità del momento potremmo spostare numerose attività all’ interno dei Bastioni e offrire così ai veronesi occasioni di tempo libero in città, all’ aria aperta, in totale sicurezza. Dopo l’incontro proficuo di questa mattina, cercheremo di velocizzare i tempi. Se ci viene dato l’ok, partiremo il prima possibile”.

G R

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui