Dalla comunità virtuale a quella reale. Parte il concorso Caritas-MIUR.

Concorso per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado d’istruzione dal titolo “Cittadini per una cultura dell’incontro: dai social alla comunità umana".

Dal messaggio di papa Francesco per la 53ma “Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali”  intitolato  “siamo membri gli uni con gli altri” si evincono i rischi che derivano dall’uso smodato della Rete. Con l’avvento dei social si è perso il senso di appartenenza ad una comunità e in particolare i giovani, attenti solo ad avere quanti più like possibili, sono i futuri “eremiti sociali”.

Oggi i ragazzi si incrociano ma non si incontrano. La scuola in questo senso ha un grande ruolo, quello di allenare i giovani discenti  alla comunicazione e alla relazione. Così anche per questo anno scolastico Caritas Italiana e MIUR (ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) propongono un concorso per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado d’istruzione dal titolo “Cittadini per una cultura dell’incontro: dai social alla comunità umana”.
Possono partecipare al concorso gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di istruzione, in forma individuale o in gruppo, i quali dovranno documentarsi sul tema oggetto del bando.
Si invitano gli studenti ad approfondire le tematiche della campagna di sensibilizzazione sul tema, avvalendosi dei materiali messi a disposizione dalla Caritas Italiana, al seguente indirizzo internet: www.caritas.it.

Gli studenti , preferibilmente in gruppo, potranno
partecipare inviando:
–  fotografia/disegno,
–  oppure un breve scritto (max. 1.800 battute spazi inclusi),
–  oppure un breve video/spot (max 2 minuti)

Gli elaborati , accompagnati dalla scheda di iscrizione, dovranno contenere i dati anagrafici dei partecipanti e i dati della scuola di appartenenza, e da un’eventuale altra scheda esplicativa del percorso didattico realizzato.
Le schede dovranno essere inviate, entro e non oltre il 02 marzo 2020, alla casella concorso.miur@caritas.it. Ogni e-mail inviata all’indirizzo di posta del concorso potrà contenere un unico elaborato (foto/disegno, testo o video/spot) e dovrà riportare in oggetto la modalità prescelta e il grado dell’istituzione scolastica di
appartenenza.

Per le prime due categorie il peso massimo dei file allegati non dovrà superare i 2 MB, mentre per video/spot, si chiede o l’invio di dvd o comunque un file di non oltre 200 MB, fermo restando la necessità di farlo poi pervenire in alta risoluzione qualora risultasse tra quelli premiati. Tutte le opere inviate resteranno a disposizione della Caritas Italiana e del MIUR che si riservano la possibilità di riproduzione e utilizzo. Il materiale in concorso non verrà restituito.

Presso la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione verrà costituita una commissione composta da membri del Miur e della Caritas, che provvederà alla valutazione dei lavori pervenuti e all’individuazione dei relativi vincitori. Il giudizio della commissione è insindacabile.

Sono candidati al premio finale i lavori che avranno affrontato in maniera originale, creativa e significativa il tema oggetto del bando. I vincitori verranno premiati durante un evento di elevato valore istituzionale, in cui saranno anche presentati i lavori. La partecipazione al concorso è considerata quale accettazione integrale del presente regolamento. I dati personali dei partecipanti saranno trattati ai sensi del Regolamento generale sulla protezione dei dati. Per la scheda di partecipazione:sito MIUR  o  Caritas Italiana

G R

fonte:https://www.grillonews.it/appuntamenti/cittadini-cultura-scuole/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui