Stop alle passeggiate nella città antica per evitare assembramenti.

Stop alle passeggiate nella città antica per evitare assembramenti.

Tutti i pannelli a messaggio variabile dell’autostrada e sulle tangenziali cittadine ricorderanno agli utenti della strada che non sarà possibile passeggiare in centro.
L’avviso verrà replicato sui tabelloni delle Circoscrizioni, di viale del  Lavoro e di Porta Nuova.
Grazie alla collaborazione con Società Autostrade, il messaggio sarà dato anche in prossimità dei caselli di Verona.
Attraverso le telecamere, comprese quelle collegate con la Centrale operativa del traffico, verrà monitorato l’afflusso dei veicoli, ma anche il crearsi di eventuali assembramenti nei luoghi di incontro.
Secondo la nuova ordinanza regionale i mercati sono autorizzati solamente nei Comuni dove è stato studiato uno specifico piano con sorveglianza e perimetrazione.
A Verona, già da due weekend, è in vigore il provvedimento del sindaco che prevede gli steward e il distanziamento davanti ai banchi. Queste misure saranno implementate con alcune novità.
Al mercato dello Stadio tutti i banchi di generi alimentari torneranno nel parcheggio vicino a sala Lucchi.
Il resto delle bancarelle sarà suddiviso in tre aree attorno al Bentegodi.
Ogni lato avrà la sua entrata e uscita, pertanto sarà creato una sorta di senso unico circolare per visitare tutto il mercato.
Saranno inoltre presenti 20 steward e 12 agenti della Polizia locale.
Ingresso e uscita saranno riproposti anche per il mercato di piazza Erbe che, come tutti gli altri punti vendita, dovrà rispettare la chiusura domenicale, tranne per i banchi di generi alimentari.
 Tra le altre limitazioni che entreranno in vigore, la chiusura il sabato e la domenica per le medie e grandi strutture di vendita, non  solo  i centri commerciali.  La domenica chiusi  tutti i negozi.
Nei bar e ristoranti, invece, dalle 15 alle 18 sarà consentita solo la consumazione seduti al tavolo.
Per quanto riguarda gli over 65, la raccomandazione della Regione, è quella di favorire, nelle prime due ore di apertura dei supermercati, l’accesso alle strutture di vendita alle persone ultra sessantacinquenni.
Inoltre nei supermercati, si potrà entrare solo uno per famiglia.
La violazione delle ordinanze, sia quella regionale che quella comunale, prevede sanzioni da 400 a mille euro.
A dare tutti i chiarimenti necessari, questa mattina in diretta streaming, il sindaco Federico Sboarina, insieme all’assessore alla Viabilità Luca Zanotto e al comandante della Polizia locale Luigi Altamura.
G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui