Evento straordinario a Verona: al Ristori arriva Jaimie Branch.

Un pilastro della scena jazz di Chicago e attiva sulla scena newyorkese, Jaimie Branch è una trombettista d’avanguardia

Verona non finisce mai di stupire con le passerelle di artisti di livello internazionali che attraversano la città scaligera lasciando una scia artistica che sa di internazionalità.

La rassegna Jazz del Teatro Ristori, dopo lo straordinario concerto della pianista Hiromi, prosegue con un’altra carismatica artista, compositrice e produttrice statunitense. Martedì 19 novembre alle 20,30 Jaimie Branch, la trombettista proveniente dalla Windy City americana, presenterà al pubblico veronese il suo album di debutto, Fly or Die.

Un pilastro della scena jazz di Chicago e attiva sulla scena newyorkese, Jaimie Branch è una trombettista d’avanguardia nota, come riporta il New York Times, per i suoi “suoni spettrali”. Un’altra etichetta come afferma il Jazz Right Now è di essere una “voce unica capace di trasformare ogni ensemble di cui fa parte”.

Il suo disco di debutto Fly or Die racchiude la forte personalità della trentaseienne trombettista che si impone con una musica attuale e aperta, tanto non convenzionale quanto avvincente. Una dinamica corsa che sfida gli ascoltatori ad aprire le loro menti a musiche che non conoscono genere, sesso e limiti.

Gli appassionati di tromba attendono con trepidazione il concerto dell’artista con la sua classica etichetta come invece afferma “Jazz Right now” è quello di essere “voce unica capace di trasformare ogni ensemble di cui fa parte”. Per l’occasione sarà accompagnata da Lester St Louis al violoncello, Jason Ajemian al contrabbasso e Chad Taylor alla batteria.

FB

(Fonti:http://www.teatroristori.org/events/jaimie-branch/ – http://primoweb.it/verona-al-teatro-ristori-arriva-da-chicago-la-tromba-di-jaimie-branch-artista-compositrice-e-produttrice/)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui