Giorno del Ricordo: guerre, foibe ed esodo al confine orientale.

Il 10 febbraio 1947 si firmò il trattato di pace di Parigi, che assegnava l’Istria alla Jugoslavia..

Con una legge del 30 marzo 2004, il Parlamento Italiano istituì il Giorno del Ricordo, per non dimenticare , appunto, le vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale italiano.

Così l’Assessorato alla Cultura del Comune di Sommacampagna propone una conferenza con lo storico Costantino Di Sante, con lo scopo di mantenere accesi i riflettori su un tragico capitolo della nostra storia e promuoverne la conoscenza.

“Il 10 febbraio ricorda un capitolo della nostra storia non ben conosciuto dalla maggior parte dei cittadini italiani” illustra l’assessore alla cultura Eleonora Principe. “Abbiamo per questo deciso di offrire ai cittadini una lezione di storia, coinvolgendo uno storico italiano”.

“Ringrazio per la collaborazione Crea Custoza, associazione del nostro Comune che si occupa prevalentemente, e in modo importante, della promozione della conoscenza della storia del Risorgimento e del Novecento.”

 E’ possibile prenotare bibliografia sul tema, sul Sistema Bibliotecario Provinciale  online per poi ritirare il libro presso la biblioteca comunale.

Costantino Di Sante:

Costantino Di Sante, direttore dell’Istituto storico provinciale di Ascoli Piceno, membro del Comitato scientifico dell’Istituto nazionale “Ferruccio Parri” di Milano, si è occupato nelle sue ricerche di storia della Resistenza, dell’internamento e della deportazione dall’Italia, dell’occupazione della Jugoslavia e del colonialismo italiano in Libia. Esperto di fonti foto-documentarie, ha realizzato numerose mostre e tenuto corsi di formazione sulla didattica della storia contemporanea.

L’appuntamento è per domenica 9 febbraio 2020, alle 20.45 presso la sala consiliare del Comune di Sommacampagna.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui