Coronavirus, donate altre 800 tute sterili dalla città di Hangzhou, gemellata con Verona.

Il Comune ha consegnato all’azienda ospedaliera veronese, le 800 tute monouso sterili che sono arrivate dalla città di Hangzhou, gemellata con Verona, per andare incontro alle richieste e necessità di medici, infermieri e operatori sanitari impegnati negli ospedali cittadini per curare i malati da coronavirus e fronteggiare, così, al meglio l’emergenza sanitaria.

Un lavoro, quello di raccolta e distribuzione di tutto il materiale donato al Comune, che l’amministrazione segue in modo diretto con un gruppo dedicato, di cui fanno parte gli assessori Ilaria Segala, Luca Zanotto e Daniele Polato. Il materiale, una volta smistato, viene infatti consegnato agli enti e alle associazioni che ne fanno richiesta, a cominciare da quelle che operano in prima linea e necessitano di strumenti adeguati.
“Ancora una volta la città gemellata di Hangzhou dimostra la propria vicinanza verso la nostra comunità, commenta il sindaco Federico Sboarina . Le tute monouso sterili sono solo l’ultima, in ordine temporale, delle numerose donazioni arrivate dalla città cinese dall’inizio dell’emergenza. Una continua manifestazione di affetto e solidarietà, che rafforza ulteriormente il legame tra le due comunità. I dispositivi sono già stati consegnati alla nostra azienda ospedaliera che ne aveva fatto espressa richiesta. Anche se l’andamento dei contagi sta rallentando, non dobbiamo dimenticare che i malati sono ancora molti e che i nostri ospedali l’attenzione rimane altissima”.
G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui