Coronavirus, “Parla con me”, sportello di supporto telefonico.

Come affrontare l’emergenza coronavirus senza farsi sopraffare, questo è l’ obiettivo di ” Parla con me ” lo sportello di ascolto per supporto telefonico, attivato da Medici per la Pace  per rispondere ai bisogni generati dalla pandemia in corso.

Grazie al contributo dell’Unione Buddhista Italiana (UBI) il progetto “Parla con me” offre gratuitamente un supporto di tipo sanitario, psicologico e pratico a tutte le persone che vivono una situazione di disagio a causa del Covid-19.

La situazione di emergenza che stiamo vivendo ci ha obbligati a cambiare radicalmente le nostre abitudini, ad adottare uno stile di vita diverso, a seguire le indicazioni di sicurezza suggerite e così siamo riusciti a ridurre la diffusione del contagio.
I provvedimenti richiesti, hanno però causato gravi problemi alle  persone che già vivevano in situazioni di fragilità, come ad esempio i nostri anziani, che vivono spesso soli e hanno dovuto rinunciare alle visite dei propri cari o alle passeggiate all’ aperto.

” Ci siamo resi conto che molte persone sono in condizioni di reale difficoltà e che spesso si trovano sole, isolate nelle loro case, ad affrontare problematiche particolari. Per questo Medici per la Pace ha aperto uno sportello di supporto a distanza da cui si può ottenere, prima di tutto, un ascolto, che aiuta a superare la condizione di stress e di solitudine e, in caso di necessità, una risposta concreta alle proprie difficoltà” osserva Fabrizio Abrescia, presidente di Medici per la Pace.
L’associazione, grazie al sostegno dell’Unione Buddhista Italiana, ha messo in campo la propria decennale esperienza e le proprie risorse professionali per offrire ai più vulnerabili un supporto telefonico gratuito per rispondere a problemi di natura sanitaria, psicologica o di ordine pratico.
Il servizio si avvale di un team di medici, psicologi, infermieri, mediatori culturali e di altre figure professionali in grado di offrire assistenza competente e preparata.
Il numero del servizio è il 3929892992 ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 ed il lunedì pomeriggio dalle 14.00 alle 17.00.
Medici per la Pace, un’organizzazione nata a Verona nel 2001 con lo scopo di garantire il diritto alla salute in Italia e nel mondo, svolge da anni servizi di prevenzione e assistenza sanitaria rivolti a persone in situazione di disagio economico ed emarginazione sociale.
L’associazione è oggi in prima linea nella lotta contro il coronavirus:
  • all’ inizio dell’epidemia ha offerto la propria collaborazione alle attività di screening presso l’Aeroporto Valerio Catullo;
  •  offrire servizi sanitari di emergenza a persone in difficoltà ;
  •  collabora con l’AULSS9 della Regione Veneto;
  • svolge servizi di assistenza a gruppi specifici di malati di Covid-19 sul territorio di Verona e provincia.
G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui