Promozione di Verona città Unesco.

Cooperazione tra Comune e Iuav per tutela

Grazie alla collaborazione con la “Cattedra Unesco” dello Iuav (Università Iuav di Venezia), che consentirà, nel corso dei prossimi 3 anni, di condividere, sviluppare e realizzare nuove iniziative nell’ambito del Piano di gestione del sito Unesco,  saranno messe in atto, azioni concrete e progetti che permettano lo sfruttamento culturale e turistico di un sito patrimonio dell’umanità.

A rendere possibile questa cooperazione il protocollo d’intesa che, su proposta degli assessori all’ Urbanistica Ilaria Segala e ai Rapporti con l’Unesco Francesca Toffali, permetterà di mettere insieme le competenze di Comune e Iuav per programmare in maniera innovativa la gestione architettonica e urbanistica di Verona, come città patrimonio Unesco.

 L’ Amministrazione potrà così avvalersi di ricerche, proposte e sperimentazioni progettuali che contribuiranno a risolvere le problematiche attuali e future di gestione e di sviluppo del territorio comunale. L’intesa prevede l’utilizzo di numerosi strumenti, tra cui i concorsi di architettura, le conferenze, l’attività di ricerca, con cui puntare alla crescita e al miglioramento della qualità architettonica e dello sviluppo urbano di Verona. Grazie a questo protocollo, sarà possibile promuovere anche occasioni e momenti formativi per dipendenti comunali, collaboratori e studenti, aprendo alla città il dibattito sul suo futuro sviluppo.

 “La collaborazione dello Iuav , dice l’assessore alla Pianificazione urbanistica Segala , è, innanzi tutto, funzionale alla costruzione di strategie condivise per il miglioramento della nostra città, dal punto di vista architettonico e urbanistico. Potremo così disporre di interessanti analisi e contributi per definire una progettualità integrata e di sistema della Verona del futuro, con un particolare occhio di riguardo al rapporto tra centro e periferie, alla viabilità, all’ ambiente e alla vivibilità dei quartieri. Questa sarà l’occasione anche per favorire la partecipazione della cittadinanza al confronto sulle nuove proposte di sviluppo urbano”.
“L’accordo con lo Iuav, dice l’assessore ai Rapporti Unesco Toffali, prevede una precisa collaborazione anche per quanto riguarda la salvaguardia e la valorizzazione dei monumenti, delle mura e delle aree archeologiche della città sito Unesco. Sarà l’occasione per proporre questi luoghi come nuovi spazi da far vivere alla comunità e per sviluppare pratiche e progetti che favoriscano la valorizzazione dei nostri patrimoni materiali e immateriali. In particolare, l’apporto dello Iuav per il sito Unesco sarà quello di comitato scientifico unito ad altre figure specialistiche per la definizione delle linea guida di gestione del sito da tradurre nei periodici piani di gestione”.

G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui