Il cane Pico, uno straordinario alleato antidroga.

L'assessore: "I dati sulla sicurezza e sulla sua percezione sono in costante miglioramento dal 2018"

Per la  sicurezza e incolumità dei cittadini veronesi sono stati potenziati i controlli, durante tutto il periodo natalizio, dalla Polizia locale che ha messo in campo un importante numero di agenti, a presidio delle zone più sensibili della città, come la Stazione e il centro storico.

Un’attività straordinaria che si aggiunge a quella che quotidianamente gli agenti svolgono per garantire la sicurezza e il decoro urbano e che, negli ultimi mesi, ha trovato nel cane Pico , della prima Unità cinofila del Comune, uno straordinario alleato.
Grazie al fiuto di Pico ben 30 grammi di hashish e mariyuana sono stati rinvenuti nelle zone di Veronetta e Alto San Nazaro, nonchè  importanti quantità di stupefacenti trovati dall’Unità Cinofila in alcune aree verdi della città, ben nascoste e mimetizzate tra cespugli, sterpaglie e panchine.
Il contrasto allo spaccio di stupefacenti resta una delle priorità in tema di sicurezza urbana. Attraverso anche le segnalazioni dei cittadini, gli agenti intervengono quotidianamente per debellare il fenomeno, fermando anche gli assuntori, spesso minorenni. In poco più di un mese sono stati ben 35 gli assuntori di sostanze stupefacenti segnalati alla Prefettura a seguito dei controlli al vallo delle Maddalene, nella zona di Porta Vescovo, Borgo Milano e Santa Lucia.
Il bilancio dell’attività è stato presentato dall’assessore alla Sicurezza Daniele Polato, insieme al comandante della Polizia locale Luigi Altamura. Presente anche il responsabile del Nucleo di Polizia giudiziaria Massimo Pennella, il presidente della commissione sicurezza Roberto Simeoni e il consigliere comunale Nicolò Sesso.
“Siamo tra le città più sicure d’Italia, la prima con più di 100 mila abitanti , afferma l’assessore Polato . Non lo dice solo la classifica de Il Sole 24 Ore, ma anche il calo di reati e violazioni registrati negli ultimi mesi. E’ il risultato di un’azione costante e quotidiana da parte della Polizia locale, con gli agenti impegnati per garantire sicurezza e decoro su tutto il territorio, nessuna zona esclusa. Il contrasto allo spaccio di droga resta una delle nostre priorità. La dotazione della prima Unità cinofila e l’arrivo del cane Pico stanno dando grandi risultati, arrivando a scovare la merce in luoghi impensabili e raggiungibili solo dal fiuto di un cane addestrato. Le segnalazioni dei cittadini restano preziose e fondamentali per intervenire in modo puntuale ed efficace. Il presidio costante del territorio è il miglior deterrente per i malintenzionati, e i controlli dell’ultimo mese lo confermano. In calo, infatti, anche i reati per la prostituzione, in particolare nelle zone di San Massimo e Borgo Milano.
I dati sulla sicurezza e sulla sua percezione sono in costante miglioramento dal 2018 , conclude l’assessore . Ciò è motivo di orgoglio per l’amministrazione, ma il merito va’ dato agli agenti e a tutto il personale che svolge la propria attività con passione e dedizione, tutti i giorni dell’anno, feste comprese. L’appello al Governo è quello di dotare i Comuni degli strumenti necessari per far si che le nostre Forze dell’Ordine possano lavorare al meglio”.
“Stiamo lavorando senza sosta per concludere le prove del Concorso per l’assunzione di nuovi agenti , spiega Altamura . Ciò ci permetterà di dedicare personale a interventi specifici e mirati, aumentando il controllo del territorio in modo capillare. Entro l’anno contiamo di potenziare anche l’Unità Cinofila, portando a tre i cani antidroga in servizio. In pochi mesi Pico ha già dato grandi risultati”.
G R
(fonte:https://www.larena.it/territori/citt%C3%A0/polizia-locale-altri-due-cani-antidroga-in-arrivo-1.7879673)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui