E’ in vigore il primo Regolamento comunale del verde cittadino.

E’ in vigore il primo Regolamento comunale del verde cittadino.

 Norma la gestione del verde, fornendo precise indicazioni tecniche e procedurali, a seconda delle aree in cui piante e arbusti sono collocati. Massima attenzione, quindi, è data al paesaggio, ai materiali ecologici e di provenienza locale, a biodiversità, al recupero delle acque meteoriche, alla piantumazione di alberi ad alto fusto.

Si mettono in rilievo i criteri e le modalità per gli abbattimenti in ambito privato e pubblico. Sono previste multe da 500 euro, ma che possono arrivare ai 5 mila euro, se si abbattono o danneggiano alberi monumentali.

Gli abbattimenti sono ammessi solo se:

  • la pianta è morta
  • ha patologie non curabili o trasmissibili agli altri alberi
  •  mette a rischio l’incolumità pubblica o gli edifici
  •  non è possibile il trapianto in caso di realizzazione di nuove aree edilizie

Un testo ampio e ben articolato, frutto del lavoro di un anno, portato avanti dall’Amministrazione comunale insieme a Amia, Ordini professionali di Architetti, Agronomi, Arboricoltori, Florovivaisti, WWF, Legambiente, Italia Nostra, Lipu, Verona Polis, Fai e Gruppo Fronda Verde.

Sul sito del Comune di Verona è  online la nuova pagina accessibile a tutti ‘Tutela del verde pubblico e privato’, al link:

www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=75236.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui