I ragazzi festeggiano la fine di ‘Ci sto? Affare fatica!’.

 I ragazzi festeggiano all’ Arsenale  la fine di ‘Ci sto? Affare fatica!

 I ragazzi festeggiano all’ ex Arsenale, la fine  del progetto di ‘Ci sto? Affare fatica!’.  Il mese di lavoro è terminato e prima di andare in vacanza, si sono ritrovati per l’ultima volta per festeggiare  e ritirare gli attestati di partecipazione al progetto.

Sono gli oltre 400 ragazzi di Verona, tra i 14 e i 19 anni, che hanno partecipato alla seconda edizione di ‘Ci sto? Affare fatica!’,. Progetto promosso dalle Cooperative Energie Sociali, L’Albero, il Centro di Servizio per il Volontariato, con il sostegno di Comune e Fondazione Cariverona.

 Sono stati privilegiati gli interventi  all’aria aperta, per rispetto delle norme anticontagio e per garantire la massima sicurezza dei ragazzi. I cantieri hanno riguardato la pulizia dei parchi, la verniciatura di cancellate per le scuole, la sistemazione di panchine, ma anche attività a sostegno dell’educazione ambientale e della sostenibilità, sull’intero territorio cittadino.

Infatti si sono presi cura di scuole, parchi, aree verdi, spazi sportivi, piste ciclabili,  in tutte le otto Circoscrizioni cittadine. Ragazzi che hanno scelto di fare ‘fatica’, per il bene della comunità.

A complimentarsi con loro, ringraziandoli per il lavoro svolto, l’assessore al Decentramento del Comune di Verona. Presente alla cerimonia di consegna  anche Francesco Righetti della cooperativa “L’Albero” e Cristiano Bolzoni di “Energie sociali”.

Anche per  questa edizione 2020, il progetto ha coinvolto diversi comuni della provincia di Verona. Infatti non solo Verona ma anche San Giovanni Lupatoto, Legnago, Cerea, Villafranca, Buttapietra e Castel d’Azzano. Nel solo Comune scaligero hanno ‘fatto fatica’ 418 ragazzi. Le domande di partecipazione sono state complessivamente quasi 1000.

G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui