Al Camploy, “nudità”, danza e opera dei pupi insieme.

Prosegue , la nuova edizione de L’Altro Teatro, la rassegna del Comune di Verona , Assessorato alla Cultura, realizzata assieme al Circuito Multidisciplinare Arteven, dedicata ai linguaggi e ai temi del contemporaneo.

Così, Venerdì 7 febbraio, alle ore 20.45, al Teatro Camploy,  con lo spettacolo” Nudità ”  sarà rappresentato lo straordinario mondo della danza e dell’ Opera dei Pupi insieme .

 In scena, il cantastorie Mimmo Cuticchio e il danzatore Virgilio Sieni instaurano forme di relazione tra corpo e pupo, ascolto e tattilità. Il corpo del danzatore e della marionetta sono messi in dialogo in un incontro su elementi fondamentali dello stare al mondo: camminare, sedersi, cadere, voltarsi, toccare. La relazione tra danza e Opera dei Pupi rappresenta un primo modello di come l’umano affiori in ogni fragilità del corpo e del pupo messi in relazione tra loro.

Virgilio Sieni, danzatore e coreografo riconosciuto a livello internazionale, profondo conoscitore della danza e delle sue massime espressioni, studia e si forma in tutto il mondo, abbracciando oriente ed occidente in ricerche che comprendono anche le arti visive, l’architettura e le arti marziali. I riconoscimenti per la sua visione e capacità artistica lo portano a dirigere la Biennale di Venezia per la sezione danza, ad essere nominato Chevalier de l’ordres de arts et le lettres dal Ministro della Cultura francese, a lavorare nelle massime istituzioni internazionali di teatro, musica e fondazioni. Il suo impegno si traduce nel notevole lavoro della danza come strumento di conoscenza di sé, dell’altro, del territorio e del tessuto sociale e culturale. Il gesto è la filosofia del mondo incantato di Virgilio Sieni che nelle energie che tengono assieme un corpo vi ritrova l’etica, oltre l’estetica, in una forma di ascolto sottile. “Tutto il mondo dell’umanità , dice Sieni , ruota e si costruisce attorno e attraverso il gesto. Ed è il corpo che crea il gesto, il corpo che attraverso il gesto comunica con altri corpi. Il teatro talvolta diventa il tempio del gesto e quindi del corpo”.

La danza, nel suo corpo e in quello dei ballerini che dirige, professionisti o amatori, è movimento di apertura ed esplorazione che si traduce nell’incontro, punto focale non solo della sua arte, ma della vita stessa. “L’incontro è un pneuma che si espande nell’ universo , dice l’artista . La forma dell’incontro crea nuove vie di comunicazione dove il tempo, la distanza, gli spazi si riducono in altro”.

Così , da una forza d’attrazione,  nasce la collaborazione di Sieni con Mimmo Cuticchio, maestro cantastorie tra i più grandi esponenti del Teatro dei Pupi riconosciuto dall’Unesco come un capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità.

I due artisti hanno lavorato sull’ anatomia della marionetta e sulle possibilità che il corpo del danzatore ha di appropriarsi di tecniche e azioni artistiche considerate superficialmente “non umane”.

Hanno analizzato la sua ossatura in legno e metallo guardando con attenzione il movimento, la fragilità del gesto e il modo di sospenderlo. Hanno trovato una nuova espressività, un nuovo modo di comporre e associare le articolazioni del corpo, un nuovo modo di stare in equilibrio e in gravità.

I biglietti dello spettacolo sono in vendita al Box Office

tel : 045.8011154,       mail : www.boxofficelive.it

Mentre la biglietteria del Teatro Camploy aprirà la sera dello spettacolo alle ore 20.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui