Verona vince un bando europeo, avrà 4 milioni.

 Cos’è il progetto “S.T.E.P.S”

Il progetto “S.T.E.P.S”( Shared Time Enhances People Solidarity) è una delle 11  proposte selezionate e finanziate dalla Commissione Europea nell’ambito del quinto programma UIA.

Come è nato tale progetto

L’ iniziativa è nata per incoraggiare esperimenti, innovativi e durevoli nelle città con almeno 50 mila abitanti.

Verona si aggiudica, così, 4 milioni di euro per il miglioramento della qualità della vita in Terza Circoscrizione, quartiere con più famiglie e anziani della città.

 Come capofila del progetto triennale, insieme a partner e stakeholder , il Comune di Verona porterà avanti tre rami di azione:

  • misurazione del grado di solitudine dei residenti

Insieme all’Università di Verona, attraverso un’indagine  su un campione di residenti della Terza Circoscrizione,  misurerà il grado di  “solitudine”  delle persone coinvolte. Verrà presa  in considerazione la situazione economica, psico-fisica e socio-relazionale dei soggetti intervistati.

  • creazione di nuovi luoghi di socializzazione e lavoro

Verrà sostenuto e incoraggiato l’attivismo di associazioni e cittadini, per la creazione di nuovi luoghi di incontro. Così come verranno favoriti i rapporti di buon vicinato con spazi condominiali. Sarà, anche, agevolato l’ orientamento al lavoro. Con il recupero di spazi privati inutilizzati, che saranno poi messi a disposizione, a canoni di locazione agevolati. Sarà portata avanti la promozione di iniziative socio-culturali soprattutto per gli anziani, come teatro, musica e arte. Sarà finanziata  la formazione  digitale dei cittadini, così come la nascita di micro-iniziative imprenditoriali .

  • riqualificazione di immobili pubblici e privati che saranno messi a disposizione della comunità.

Verranno riqualificati alcuni immobili pubblici, come l’ex Casa colonica del Saval, in via Marin Faliero. La Casa sarà a disposizione della comunità, come alcuni spazi nei palazzi Ater di via Zancle ad uso dei condomini e del quartiere.

Il sindaco Federico Sboarina e l’assessore ai Fondi Ue Francesca Toffali hanno reso noto il successo del concorso. Presenti i partner  Ater, Università di Verona, le cooperative sociali Aribandus, Cauto, Energie sociali, MAG, il consorzio Sol.Co. e l’associazione Fablab. Anche gli stakeholder , come,  Economics Living Lab , Istituto Assistenza Anziani, ASPIC, associazione LAC e associazione Corte dei Miracoli, erano presenti all’annuncio della vittoria.

G R

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui