La città sensibile, connessa e sociale per uno sviluppo sostenibile.

Il  Comune di Verona con la co-organizzazione di COCAI Aps   ha programmato, un momento di attivazione collettiva e di confronto tra persone che, mettendo a disposizione la propria sensibilità ed esperienza, sono invitate a far emergere idee e proposte che possano crescere attraverso percorsi di collaborazione futuri tra i diversi soggetti interessati.

Si tratta di 3 workshop, tra  loro strettamente connessi, dedicati all’immaginazione civica:

La città sensibile (salute, benessere, verde, cambiamenti climatici, energia);

La città connessa (mobilità, accessibilità, infrastrutture, trasporti);

La città sociale (casa, solidarietà, lavoro, economia, wellfare);


L’iniziativa rappresenta un esperimento di agenzia urbana e si pone come obiettivo il coinvolgimento civico nel dibattito sulle visioni strategiche per lo sviluppo sostenibile della città, a partire dalle trasformazioni urbane in atto e future.

A stimolare questo processo oltre ai  facilitatori di COCAI , ci saranno quattro ospiti esterni che lavorano su temi e progettualità vicini per approccio alla città sensibile.

  • Chiara Spinato, ANCI Health City Institute, ci racconta dei progetti dei Comuni italiani per favorire la coesione, la promozione delle persone e una nuova consapevolezza sul benessere e la salute dei cittadini.
  • Anna Agostini, INU Partecipazione e nuove funzioni urbane, con cui si riflette sul perché la partecipazione è importante con l’illustrazione di qualche esempio di buona pratica ed esperienza diretta.
  • Andrea Rebecchi, Ricercatore Junior presso DABC – Politecnico di Milano, illustra le implicazioni delle infrastrutture verdi
  • Luisa Ravanello, ARPA Emilia Romagna illustra il Progetto REBUS Emilia Romagna e il suo impatto sui temi dell’ambiente urbano

La seconda parte laboratoriale del workshop prevede il lavoro dei partecipanti su diversi tavoli, ai quali sono assegnati temi specifici per la città di Verona:

  tema del verde, dei parchi e delle connessioni camminabili per fare di Verona una città più sana e invitante.

 creare luoghi attrattivi e aggregativi, sia nello spazio pubblico sia nelle strutture, in grado di promuovere la conoscenza e la cultura, ma anche di attivare la creatività delle persone e di fare comunità.

 cooperazione tra istituzioni, imprese, associazioni e cittadini , in modo tale da poter valutare al meglio l’impatto degli interventi di riqualificazione e rigenerazione urbana sulla salute.

L’appuntamento è per Venerdì 7 febbraio  2020 presso la Palazzina del Comando all’Arsenale di Verona, dalle 14:30 alle 19.

Workshop a numero chiuso e gratuito. Eventuali interessati possono scrivere a : arslab@comune.verona.it

G R

fonte: www.eventbrite.it/e/biglietti-la-citta-sensibile-arslab-verona-91341461771une

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui